Mercato Siena: il punto di Giorgio Perinetti

Destro e Grossi giocheranno nella Robur. Caracciolo no. Almiron forse. Il direttore sportivo  Giorgio Perinetti fa un po’ il punto della situazione sul mercato bianconero, in attesa di altri movimenti ufficiali o pseudo tali (gli stessi Destro e Grossi non sono stati formalizzati, questione di ore).  La prossima settimana qualcosa di nuovo ci sarà:

 

“Vogliamo dare a Sannino una squadra già formata per l’inizio del ritiro. Lunedì o martedì ci troveremo con il Varese e lo accontenteremo con l’arrivo dell’ex Albinoleffe – spiega Perinetti -. Poche ore e ufficializzeremo anche Destro: è un giovane promettente che arriverà in prestito con diritto di riscatto. Veloce, bravo tecnicamente, già nel giro della nazionale minore, ha le qualità giuste per far bene in serie A nonostante i suoi vent’anni. Gasperini lo ha definito il giovane attaccante più promettente del panorama”.

 

Niente Caracciolo, invece, anche se qualcun altro, al suo posto arriverà.

 

“Oltre ai nuovi acquisti, abbiamo in rosa Larrondo, Calaiò e Brienza che in una dislocazione diversa della squadra può giocare seconda punta. Un altro acquisto lo faremo: dobbiamo scegliere se intraprendere la strada dell’esperienza o puntare su un attaccante molto molto giovane”. “Caracciolo – ha aggiunto Perinetti -, tra il cartellino e l’ingaggio di tre anni ci sarebbe venuto a costare 11 milioni di euro. Troppo per una società che vuole costruire una squadra competitiva ma stare anche attenta agli ingaggi. Dobbiamo operare scelte mirate. Oltretutto Caracciolo non è più giovanissimo: avremmo corso il rischio di non trovare da cederlo a fine contratto”.

 

Il diesse ha affrontato anche il tema portiere.

 

“Al momento abbiamo quattro-cinque opzioni in via di valutazione – ha spiegato -. In settimana vedremo il da farsi. Brkic, che quest’anno è stato tra i migliori a livello europeo, è tra queste. Rientra in un’operazione articolata con l’Udinese. Vediamo”.

 

Infine anche il centrocampo, con radiomercato che insiste su Almiron e D’Agostino.

 

“Come ho detto non possiamo permetterci giocatori dall’ingaggio troppo elevato – ha concluso Perinetti -. Però l’argentino ci ha dato la sua disponibilità a vestire la maglia bianconera. Con la Juventus abbiamo diverse questioni da trattare. Contiamo di trovare un accordo. In caso troveremo un’alternativa dello stesso spessore”. (Angela Gorellini)

 

Fonte: Fedelissimo on line