Mele: “E’ solo un’udienza, non succederà nulla. Il risarcimento danni lascerebbe l’amaro in bocca a tutti”

“Colgo l’occasione per esprimere la vicinanza al mister Mignani colpito da un lutto molto importante. Lo conosco, è una persona perbene, corretta. Detto questo, c’è poco da dire. Domani in realtà non succederà nulla”. Pietro Mele interviene su Siena Tv, durante Calcio Spettacolo, alla vigilia dell’udienza del Tribunale delle Imprese di Firenze. “E’ solo un’udienza, dove verranno stabiliti altri termini: se andare a sentenza o se avere altri approfondimenti. Se ci sono altri approfondimenti ben venga, più si chiarisce e più sono contento. Non vorrei alterare gli equilibri della squadra, che è in un momento di risultati pregevoli. Ripeto, domani non ci sarà per quanto mi risulta alcun evento particolare”. Mele si sofferma poi sugli scenari futuri. “Bisognerà vedere innanzitutto il diritto e poi la trasferibilità dell’oggetto di cui si parla. Un discorso è il diritto e un discorso è l’esito. Il risarcimento danni lascerebbe la bocca amara a tutti, la Durio non avrebbe avuto ragione e io non avrei avuto la società. Tutto quello che ho fatto, l’ho fatto per difendere dei diritti, per difendere la legalità. Il dedicarmi alla vicenda calcio è esclusivamente nell’intento di far bene per la città”. Chiusura sulla famiglia Macchi, che “è interessata ad accompagnarmi in questa cosa. Non ho mai negato la possibilità che ci possano essere incontri con la società e, se ci fossero stati, sarebbero avvenute delle cose meno spiacevoli”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol