Masucci: «Sassuolo, tieni duro»

E’ a Frosinone da un paio di mesi, ma continua ad avere il Sassuolo nel cuore. Gaetano Masucci fu l’eroe della sfida del Braglia contro il Siena, artefice della rete del 4-3 finale, dopo una rimonta clamorosa proprio nei minuti finali. L’attaccante campano ricorda quella sfida e pensa anche al ritorno in neroverde nella prossima stagione: «In B, certo, il Sassuolo si salva di sicuro».  95′ minuto di Sassuolo-Siena, primo novembre 2010. Sul risultato di 3-3, già rocambolescamente recuperato da una rete di Noselli su assist di Troiano (dopo la doppietta di Bruno, tre giocatori purtroppo fuori per infortunio fino al termine della stagione…) è una zampata di Gaetano Masucci a regalare ai neroverdi una vittoria tanto clamorosa quanto importante. Non fu, come tanti auspicavano, la svolta attesa, ma comunque un successo che diede a Gregucci un po’ di fiato dopo una partenza shock. A distanza di quasi cinque mesi il Sassuolo va a Siena, in formazione rimaneggiatissima, e cerca un altro colpaccio per puntellare una classifica che resta particolarmente complicata. Ed è proprio Gaetano Masucci, da Frosinone dove gioca dalla fine di gennaio in prestito, a lanciare i neroverdi nella difficile sfida del Franchi: «All’andata fu una partita davvero incredibile – ricorda Masucci – non meritavamo di perdere eppure fino al recupero eravamo sotto. Poi abbiamo ribaltato il risultato. Sembrava davvero la svolta, purtroppo non è andata così. Anche dal punto di vista personale, però, rimane un bel ricordo in una stagione decisamente poco positiva. Eravamo partiti per fare benissimo, non siamo riusciti però a saltarci fuori, peccato». Da Frosinone Masucci continua a rimanere in contatto con il neroverde: «Sento spesso i miei compagni, direi proprio tutti a turno, e spero proprio che il Sassuolo faccia una grande partita a Siena. Sono convinto che i miei ex compagni si salveranno senza problemi, la squadra è forte anche al di là dei problemi che si stanno susseguendo. Speriamo di salvarci insieme».  Una salvezza che, comunque, è ancora di là da venire, anche se Masucci è ottimista: «Davvero non ho dubbi, il Sassuolo è una squadra importante e anche a Siena farà la sua partita, al di là della forza dell’avversario».  Alla fin fine, però, non si può non chiedere a Masucci, un attaccante, se non è pentito di essere andato a Frosinone con lo spazio che si è creato dopo gli infortuni in serie: «Ho fatto una scelta e non me la rimangio, anche se è vero che rimanendo avrei giocato molto. Francamente, però, non mi piacerebbe giocare a causa di infortuni di miei compagni di squadra». (Paolo Seghedoni)
Fonte: La Gazzetta di Modena