Massimo Carignani: “Dobbiamo fare quadrato, per le critiche c’è tempo”

L'avvocato Massimo Carignani, grande sostenitore bianconero, si è rivolto "a tutti i tifosi che vogliono bene al Siena e alla Robur".
 

"Domenica scorsa, 15 marzo, ero a Bastia a vedere i bianconeri, la delusione e lo sconforto al termine della gara erano molto grandi e i 50 minuti di distanza tra Bastia e Terni al ritorno li ho vissuti in silenzio. Però chi vuole bene alla Robur domenica prossima deve essere presente al Rastrello e tifare dal primo all'ultimo minuto. E ci dobbiamo credere perché con una vittoria, forse, ci passeranno tutti i mali e le angosce. Il campionato di serie D, girone E, era ed è questo e ogni partita è una battaglia. Allora con forza prepariamoci all'ultimo ostacolo. In queste otto finali, ognuno per la sua parte, dirà la sua e tutti insieme proveremo a organizzarci al meglio. Abbiamo impiegato 52 anni per la sciare la serie C e le serie inferiori, prima di tornare nell'Olimpo del calcio nazionale, in serie B e poi anche in serie A con tanto onore. Non dobbiamo vanificare tutto, trasformiamo la rabbia di queste ultime settimane in energia positiva. Ai giocatori facciamo sentire lo stesso calore dei giorni del Palio, quando la nostra contrada è in piazza e ha il cavallo 'bono'. Per le polemiche e le critiche c'è tempo. Ora dobbiamo fare quadrato. E come diceva un vecchio amico e tecnico del Siena, Oronzo Pugliese, 'Andiamo uniti allo stadio e facciamo sentire il nostro tifo per 90 minuti'; lui per la verità usava altra espressione… Io da lontano, o presente in tribuna, palpiterò come sempre. Solo chi è vissuto lontano da Siena per oltre 60 anni, come me, riesce ad amare la propria città di nascita in tutte le sue componenti, la Robur in testa”. (Avvocato Massimo Carignani)

Fonte: Fedelissimo online