Massese-Siena. La partita sugli spalti finisce in pareggio

Nessuno si aspettava più che il Siena potesse venire a Massa a giocarsi il campionato, la sorpresa invece è avvenuta domenica scorsa, quando la squadra della città del palio, ha sorpreso tutti. Finita in pareggio la partita casalinga, tra Siena e Gavorrano, la Robur ha dovuto attendere gli ultimi 90 minuti per festeggiare. C'erano molti timori che potesse accadere qualcosa quando si è venuti a sapere che la squadra senese si sarebbe venuta a giocare il campionato a Massa, lo stadio non era agibile per ospitare tutte quelle persone, in tempo record però è stata ampliata l'agibilità della curva ospiti (anche se poi è rimasta chiusa), ma il vero miracolo è avvenuto con la gradinata, inagibile da tantissimi anni, nel giro di sette giorni è tornata agibile, insieme al parcheggio retrostante.

Accertato che si poteva ampliare la capienza dello stadio, le tifoserie sono partite con appelli per seguire la propria squadra, il risultato è stato ottimo, poi la compostezza delle due tifoserie, che si sono affrontate per tutti i 90 minuti con cori energici, ha dato maggior spessore allo spettacolo che andava in scena.

Un plauso speciale va sicuramente ai ragazzi di Massa, nonostante la loro squadra fosse già sotto dopo nove minuti, non hanno mai smesso di incoraggiare i propri beniamini, inizialmente anche con più spinta dei tifosi ospiti che inizialmente forse pagavano un po' di paura. I tifosi senesi invece, con una maggior compattezza essendo racchiusi tutti nel settore della gradinata, quando facevano cori secchi sovrastavano i tifosi di casa, ma solo nel finale, quando piano piano si realizzava il sogno della promozione, hanno iniziato a dare anche continuità ai cori. Un altro plauso va anche ai tifosi senesi, al termine della gara hanno infatti dimostrato saggezza, compostezza e maturità nel non invadere il campo avversario, aspettando la squadra sotto il loro settore e facendo la giusta festa nello spazio a loro dedicato.

L'incontro è terminato tra gli applausi delle due tifoserie.

Fonte: lagazzettadimassaecarrara.it