Marotta e i bianconeri: Ripagheremo in campo tutto l’affetto dei tifosi

‘Segna solo Gesù’: il coro più gettonato di tutta la serata, quello rivolto ad Alessandro Marotta, che con i suoi tre gol ha già fatto breccia nella tifoseria bianconera. “Non mi sarei mai aspettato tanto affetto e non può che farmi piacere – ha detto l’attaccante -, cercherò di ripagarlo in campo. Spero che dopo il successo sul Prato possa arrivare un’altra vittoria, proprio davanti ai nostri tifosi: riportare entusiasmo è uno dei nostri obiettivi. Stiamo gettando adesso le basi per il futuro: vogliamo realizzare qualcosa di importante se non quest’anno nei prossimi. E comunque il cammino è ancora lungo e la zona play off molto ampia”. Non sono mancati cori anche per gli altri giocatori presenti nella sede dei Fedelissimi Marius Stankevicius, Andrea Doninelli e Guido Rossi. “Una bella serata davvero – hanno commentato i bianconeri -, siamo orgogliosi di poter indossare la maglia della Robur in una piazza così. Ce la metteremo tutta per fare bene, per la Robur e per tutta la sua gente”. “Grazie per la bella serata – le parole del tecnico Giovanni Colella -, mi sono sentito come a casa. E faccio i complimenti al presidente per le trofie… L’allenatore è il braccio della società e la mente della squadra: posso assicurare tutti che questo è un gruppo forte; come ho detto dall’inizio sono certo che con un po’ di pazienza riuscirà a far vedere quanto vale e che tutti insieme ci prenderemo le nostre soddisfazioni”. La parola anche a Federico Trani. “Una bellissima accoglienza – ha affermato l’ad bianconero – e una bellissima serata, segno che gli sforzi di questi ragazzi vengono apprezzati. Stanno dando il massimo, come noi ci stiamo mettendo tutto l’impegno possibile. E per il resto… chi vivrà vedrà…”. (Angela Gorellini)