Marco Saletti: da Genova immagini tristi

 

Gentile direttore,

ho appena visto le foto relative alla "rivolta" degli ultras genoani sul sito della Gazzetta dello Sport e sono rimasto allibito nel vedere persone incappuciate che tentavano di saltare le barriere di protezione mentre alle loro spalle una famiglia con bambini piccoli cercava di scappare spaventata.

Questa è l'immagine più triste del calcio italiano e la gioia di una vittoria non può essere indifferente di fronte a queste immagini: troppe volte si ripetono gli stessi concetti, ma se il calcio o meglio la cultura sportiva è questa allora conviene veramente chiudere gli stadi al pubblico e guardare le partite del calcio inglese o spagnolo. Non ci sono ragioni al mondo perchè si vivano pomeriggi come questo ed anche una pausa di riflessione come quella per la morte in campo di un giocatore sembra non aver prodotto nessun effetto.

E' veramente devastante sul piano morale che simili episodi possano accadere in una società civile; c'è da riflettere molto e chiedersi, al di là di qualsiasi facile retorica, in che mondo si viva e soprattutto quale messaggio possa arrivare ai nostri figli.

Il Siena ha meritato sul campo la vittoria, ma molto più ha meritato la città, i tifosi e la Società per come in questo campionato hanno saputo accogliere le tifoserie ospiti.

Mi ricordo l'anno scorso quando intere famiglie di genoani invasero pacificamente la città senza che nulla e nessuno turbasse questa giornata di festa.

Ecco oggi quelle stesse famiglie sono state profondamente offese dagli atti scellerati di un gruppo di violenti che nulla hanno a che fare con il mondo dello sport.

Marco Saletti Assessore alla Cultura e allo Sport Provincia di Siena.