Marco Foti, giornalista di Novara: “Montipò sarà una rivelazione, Libertazzi a Siena può esplodere”

Nel corso della trasmissione Sport Estate su Antennaradioesse è intervenuto il giornalista Marco Foti, direttore di Novara.com, che ha parlato dei due nuovi arrivi in bianconero, Montipò e Libertazzi. Un accenno pure ad altri due nomi accostati alla Robur, Galassi e Garufo.

Montipò – “Lorenzo ha già indossato le maglie del Novara e delle Nazionali, ha assoluto bisogno di una porta vera, di avere una maglia da titolare in una piazza importante che mastica calcio. Può davvero essere un trampolino di lancio per lui. Ha grande sangue freddo, è entrato in partite difficile e non ha avuto problemi a prendersi la porta e a trascinare i compagni più grandi di lui. E’ fondamentale per lui questa opportunità, potrebbe essere una delle rivelazioni positive per il Siena”.

Libertazzi – “Diverso il discorso di Libertazzi, che è un talento a pieno titolo. E’ uscito dalla primavera della Juventus con Baroni (che ora allena proprio il Novara, ndr) facendo benissimo. A Novara ha cominciato bene la preparazione, poi ha subìto un incidente che lo ha tenuto praticamente fuori per due anni. E lui ha realmente ricominciato a giocare a calcio solo l’anno scorso. Il potenziale di questo ragazzo se riprende fiducia è enorme. Quello che ha fatto il Novara, rinnovare il prestito e poi prendere l’intero cartellino dalla Juve spiega tutto, a Siena può davvero esplodere. Lui deve solo trovare la fiducia negli ultimi 16 metri”.

Le qualità di Montipò – “Lorenzo ha dalla sua il coraggio, elemento fondamentale per un portiere. Le basi ce l’hanno tutti, ma senza il coraggio non puoi andare piu in là. E’ bravissimo nelle uscite basse, non deve esagerare ma questo lo può fare solo giocando.

Le qualità di Libertazzi – “Alberto è un evergreen. Il calcio cambia, oggi è un calcio totale, ma lui è la classica prima punta, il centravanti. E non ce ne sono tanti che hanno realmente queste capacità, di far salire la squadra, di reggere tutto il fronte di attacco, di far dialogare i compagni”.

Galassi – “Aveva fatto benissimo in serie B portoghese facendo tanti gol. E’ uno di quei profili che hanno bisogno di giocare, è forte e in una squadra fa la gioia dell’allenatore perchè dove lo metti gioca. Quest’anno ha trascinato il Novara, in qualche partita in totale emergenza ha perfino giocato centale nella difesa a 3”.

Garufo – “Ho sentito altri nomi, come quello di Garufo, che sarebbe un colpo per il Siena. Lo prese il Novara a parametro zero, ma lo aveva inseguito da tempo e c’erano le grandi dietro a lui. Ha subìto un paio di infortuni, ma il potenziale è grandissimo. Se accetta di scendere in Lega Pro, lo può fare solo in una piazza come Siena. Se resta a Novara però può fare comunque benissimo”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo Online