MANNINGER ANCORA TITOLARE

Questa mattina si è temuto il peggio quando un Buffon visibilmente contrariato ha lasciato uno dei campi dello Juventus Center di Vinovo dove si stava allenando. Si pensava ad un nuovo problema all’adduttore della coscia destra che lo aveva tenuto lontano dai campi di gioco per tre mesi e, invece, il suo nervosismo era dettato solo dal fatto che doveva andare a rifinire il lavoro in palestra, vista la precarietà del campo condizionato da freddo e pioggia.
Buffon sta bene ma ci vuole cautela prima del ritorno definitivo in porta, quindi domenica contro il Siena spazio ancora ad un Manninger in ottima forma.
Sul rettangolo verde, sotto gli occhi dell’amministratore delegato Jean-Claude Blanc, del direttore sportivo Alessio Secco e del responsabile degli osservatori Renzo Castagnini, hanno lavorato quasi tutti ad eccezione di Iaquinta, Camoranesi, Salihamidzic e Kenezevic, tutti in palestra: per il primo era semplicemente previsto un lavoro specifico, mentre l’ex Verona e l’ex Bayern soffrono, rispettivamente, di un problema ad un polpaccio e al tendine.
Prosegue senza sosta, invece, il recupero di Trezeguet: il francese si sottopone ogni giorno ai programmi dei preparatori atletici e anche stamane ha lavorato sul terreno di gioco. Differenziato anche per il giovane spagnolo Yago, sempre aggregato alla prima squadra.
Normale amministrazione per il resto del gruppo: riscaldamento, esercizi di tecnica e tattica, lavoro atletico e consueta partitella finale.
Fonte: lastampa.it