Maccarone: “Siena-Palermo? Importante il fattore campo”

Intervenuto ai microfoni di Radio Radio Palermo, Massimo Maccarone ha parlato della prossima sfida di campionato che metterà di fronte le sue due ex squadre, Siena e Palermo. "Sarà una partita particolare – ha esordito – perché i rosa hanno avuto un avvio incerto, mentre la squadra toscana senza penalizzazione sarebbe a 8 punti. A mio avviso il Siena farà di tutto per sfruttare il fattore campo e risalire la classifica".

Su Donati: "In carriera ho visto arretrare tanti centrocampisti per fare ripartire l'azione da dietro. Gasperini è un tecnico al quale piace giocare un buon calcio e vuole gente tecnica anche in difesa".

Su Miccoli: "Fabrizio è un campione, ha fatto tantissimi gol e anche quest'anno sta dimostrando quanto ci tenga a far bene a Palermo. Ho avuto la fortuna di conoscerlo, ma nel periodo in Sicilia ho capito che persona sia. I cento gol? Gli auguro che possa raggiungerli presto. Con i suoi mezzi sono sicuro che ce la farà quanto prima. I pochi gol della squadra? Dipende dal momento. Certe volte si possono fare tanti tiri senza segnare o concretizzare l'unica conclusione in porta".

Sulla sue esperienza al Palermo: "Cosa non ha funzionato? Ero partito bene in precampionato e in Europa League. Avevo iniziato da prima punta ma alla fine l'allenatore ha preferito spostarmi per dare spazio a Ilicic. Il mio rammarico è non aver giocato più partite perché a Palermo mi sono trovato benissimo. Lo sloveno non ha trovato ancora il gol? E' normale perché è un centrocampista, seppur offensivo. Con le qualità che si ritrova però sono sicuro che passerà anche lui questo momento negativo".

Sugli obiettivi del Palermo: "Credo che i rosa verranno fuori dalla situazione attuale e disputeranno un campionato tranquillo. In casa Palermo non si deve pensare alla salvezza".

Fonte: Radio Radio Palermo