Ma in bianconero non si gioca mai?

Tra le tante anomalie del calcio attuale, spesso derivanti da decisioni cervellotiche dei vertici, c’è ne sono molte che derivano da scelte delle società ai più poco gradite. E’ un problema che riguarda tutte le società, non solo il Siena, ma quello che ci interessa è la vecchia Robur.

Chi ieri ha assistito, dal vivo o in TV, a Lucchese-Siena ha visto la Lucchese in maglia bianca e il Siena in una maglia arancione che non piace a nessuno così come non piaceva quella adottata nella stagione 2007-08. In quel campionato la divisa arancione fu utilizzata due sole volte contro Udinese e Juventus. Lucchese e Siena non hanno colori che si possono confondere e allora perché non scendere in campo con le storiche divise rossonere da una parte e bianconere dall’altra così com’è stato per decenni e decenni.

Qualcuno dirà che l’importante è vincere – e noi siamo d’accordo – ma ci piacerebbe, quando possibile, ovvero nella maggior parte dei casi, che la Robur utilizzasse i suoi tradizionali e storici colori anche perché, una vittoria o una sconfitta non vengono mai determinate dal disegno o dal colore della maglia. 

Fonte: FOL