Lunedì il giorno in cui si deciderà il destino della Robur

Non c’è più tempo, lunedì sarà un giorno importantissimo, se non decisivo, per le sorti della Robur.

Il 1 luglio, alla vigilia del Palio di Provenzano, Massimo Mezzaroma incontrerà ancora una volta i vertici della Banca Monte dei Paschi e dall’esito dell’incontro si conoscerà il futuro immediato della Robur.

Pur nello stretto riserbo che circonda i contatti tra le due parti, qualcosa trapela e secondo alcune indiscrezioni potrebbe essere vicina una soluzione, anche se non ci vogliamo e non vogliamo illudere nessuno.

Cosa potrà succedere per sbloccare una situazione ormai ingessata? Sicuramente la delibera della Lega, che determina la concessione del paracadute alle squadre retrocesse, avrà un effetto positivo, ma si parla anche di una trattativa con un privato che sarebbe interessato, non sappiamo in quale ruolo, all’AC Siena Spa.

In un primo momento si era parlato dell’ex presidente Giovanni Lombardi Stronati, ma la sua teorica candidatura, mai confermata dal diretto interessato, né da Mezzaroma,  né dalla Banca, sembrerebbe tramontata e si parla di un imprenditore del nord di cui non siamo riusciti a saperne di più.

L’incontro, come abbiamo scritto, sarà decisivo. Non ci sarà più tempo per schermaglie, piani industriali, progetti o quanto altro. Se lunedi dal tetto di Rocca Salimbeni non si leverà verso il cielo la fumata bianca, difficilmente ci sarà spazio per ulteriori tentativi di salvataggio.

Fonte: Fedelissimo Online