Lunedì all’Accquacalda raduno per i giovani nati negli anni 2002-2003

La società bianconera ha comunicato, attraverso il proprio sito, che lunedì all’Acquacalda si terrà il primo raduno stagionale riservato ai nati negli anni 2002-2003

“Sono fiero di far parte di questo progetto – ha spiegato Giuseppe Mecca responsabile dell’area scouting della Robur – perché mi mette a contatto ogni giorno con persone competenti. Questo raduno lo ritengo un successo in primo luogo per l’elevato livello di qualità dei giovani invitati che ci fa ben sperare sulla futura costituzione delle squadre 2002 e 2003; in secondo luogo sono compiaciuto del fatto che siamo riusciti ad anticipare i tempi per essere dunque già in grado di lavorare sulla prossima stagione. I nostri obbiettivi sono ambiziosi; ancora certo non siamo ai livelli di Empoli e Fiorentina, ma intendiamo fare sempre del nostro meglio per raggiungere i loro risultati. Sono molte le conferme di partecipazione che ci stanno giungendo e mi auguro che lo facciano anche i ragazzi delle società di Siena e provincia. La provincia di Siena infatti deve rappresentare il cuore e l’ossatura del nostro lavoro perché la Robur è di per se stessa il simbolo calcistico di tutti. Il nostro lavoro è aperto al pubblico e agli sportivi, che invito a partecipare numerosi”.

Saranno circa sessanta i ragazzi, nati negli anni 2002 e 2003 e provenienti  da numerose società della Toscana, Alto Lazio e Umbria, che si ritroveranno all’impianto sportivo dell’Acquacalda alle 14:30 per questa prima “giornata-evento”. Il programma prevede che, intorno alle ore 15:15, la disputa in successione di due partite che vedranno opposti prima i nati nel 2002, quindi sarà la volta dei nati nell’anno 2003. I ragazzi arrivano dalle province di Arezzo, Firenze, Pisa, Viterbo, Perugia e naturalmente Siena.
Quello di lunedì, come si legge sempre su Robursiena.it, sarà l’unico raduno che la Robur ha programmato a Siena; altri sono in programma nei prossimi mesi per visionare giocatori a Livorno e Grosseto, nell’Abruzzo, in Piemonte, in Calabria e Campania.

Fonte: Fol