Luigi Fumi: “Mi auguro che tutti ricapitalizzino. I rapporti con Ponte si sono raffreddati”

Il conte Luigi Fumi Cambi Gado è intervenuto ad Antennaradioesse per parlare della situazione societaria.

Volontà di restare – “Stiamo parlando del nostro futuro, con l’aumento di capitale e le perdite o veniamo esclusi o ricapitalizziamo e rimaniamo dentro, cosa che mi auguro facciano tutti perchè l’idea era di dare un contributo nel rispetto della città. La società è un’impresa e i soci di maggioranza decidono il futuro da imprenditori, però non è una vera e propria industria che si compra o si vende come un’azienda agricola. Noi, essendo un numero considerevole, possiamo rappresentare una fetta della città. Vogliamo continuare ad essere all’interno della società”.

Le critiche di Mele – “Tutti stanno cercando di dare un contributo, siamo in quindici e ognuno ragiona con la propria testa. E’ una situazione che ci sta compattando, la volontà è di rimanere per contribuire, come inizialmente era il nostro intento. All’interno del gruppo ci sono non solo opinioni ma anche quote diverse, chi ha creduto su un investimento sulle quote e altri come me che offrono un aiuto di facciata. Io sono entrato come piccolo sponsor, dando la disponibilità della mia azienda. Non c’è nessuna speculazione”.

Passaggio di proprietà – “Il passaggio è stato fatto e va considerato positivo. I soldi sono stati versati. Non so se ancora non è stato definito, se ci possa essere da qui a giugno un passo indietro. Io credo che semplicemente servono dei tempi tecnici per i passaggi, mi auguro vengano fatti prima di giugno per raggiungere una tranquillità necessaria”.

Azionariato – “Spero di rimanere. Il nostro non è un sostegno finanziario, neanche tecnico. C’è la volontà di cercare di essere presenti come senesi, mi auguro che nel futuro ci possa essere la possibilità dell’azionariato diffuso, mi sembra un’idea interessante”.

Ponte – “I rapporti col presidente si sono raffreddati. E’ una persona abituata ad essere un solitario, suggerimenti e consigli non li gradisce, così come le critiche. Nei rapporti in generale uno cerca di dire a volte le brutte verità, e questo a lui non piace. Comunque abbiamo gioito e fatto belle cose, sono contento del rapporto che si era instaurato. Ora c’è un momento di tensione dovuto a questo passaggio”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol