Lucchini: “”Tifosi, stateci vicini, siete la nostra forza”

L’Atalanta si è ritrovata lunedì mattina a Zingonia dopo la bruciante sconfitta di Cagliari, per riprendere la preparazione in vista della prossima sfida di sabato contro il Siena. Ma soprattutto gli uomini di Colantuono si sono svegliati con la notizia dell’arresto di Andrea Masiello per la vicenda calcioscommesse. L’ennesima mazzata di una stagione a dir poco travagliata, ma con quel traguardo dal sapore di rivincita chiamato salvezza ormai ad un passo.
La sconfitta del Sant’Elia, grazie al pareggio interno del Lecce contro il Novara, è stata praticamente indolore per la Dea: “Quello dei salentini è un risultato positivo per noi –ha detto Stefano Lucchini al termine dell’allenamento mattutino- anche se resta il rammarico perché volevamo fare punti a Cagliari. Non siamo stati brillanti come nelle ultime partite, soprattutto nella prima mezzora. Nella ripresa poi, dopo un’occasione fallita, loro hanno trovato il due a zero che ha chiuso la gara. Il mister ci aveva avvertito che loro avrebbero la partita su un buon ritmo. Invece ci siamo fatti sorprendere, ma bisogna anche dire che loro sono stati bravi”.
Nel frattempo la quota salvezza sembra essersi abbassata dopo l’ultima giornata, ma il difensore nerazzurro preferisce tenere la guardia alta: “Ogni settimana si alza e si abbassa. Di solito nel nostro campionato i 40 punti rappresentano la tranquillità, ma può succedere di tutto perché mancano ancora otto partite al termine della stagione. Meglio quindi fare più punti possibile da qui alla fine”.
Anche grazie al supporto del pubblico, mai come in questo momento fondamentale per la squadra bergamasca: “I tifosi sono il dodicesimo uomo in campo. Quando giochiamo in casa è tutta un’altra cosa. Il loro calore si fa sentire e ci regala quella spinta in più in campo. Sabato contro il Siena sono convinto che ci daranno come sempre una grossa mano”.

Fonte: bergamonews.it