Lucchesi: “Dispiace per il pubblico. Il Siena? Quando segni poco non ti può andar sempre bene”

La partita – “I primi 20 minuti il Siena ha fatto bene, poi è andata in difficoltà e in quel momento era importante per noi andare in vantaggio, avrebbe spaccato la partita. Non siamo stati né capaci né fortunati, quando giochi con squadre esperte come il Siena la zampata finale ci sta. Nel globale non meritavamo la sconfitta, ma succede se non chiudi le partite”.

Pisa tra le prime – “Siamo soddisfatti perchè il primo allenamento lo abbiamo fatto il 19 agosto, e la squadra è stata costruita alla fine di quel mese. Dobbiamo fare di più perchè abbiamo qualità per fare di più. La mia previsione iniziale è che il Pisa alla fine sarà tra le protagoniste del campionato. Dispiace per il pubblico, c’è stato un grande tifo e volevo premiare tutto questo calore”.

Ponte – “Quando si perde contro un amico la sconfitta è meno amara. In quel momento non aveva bisogno di un manager, interpreta il calcio in prima persona e per il momento si serve di collaborazioni. Ci siamo detti ‘prendiamoci un attimo di riflessione’. In futuro chissà.

Il Siena – “E’ una buona squadra che sta speculando molto. Ha buoni valori, è matura con l’età ma nell’economia della stagione farà fatica. Quando segni poco non ti può andar sempre bene, sta avendo equilibrio ed è importante, ma se c’è un momento in cui ne prendi di più diventa difficile”.

Il Sovicille – “Due o tre del Siena mi hanno colpito, ma non stiamo parlando del Sovicille, con tutto il rispetto per il Sovicille. Stiamo parlando del Siena. Vallo a spiegare alla gente senese che tre anni fa vedeva la A”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol