Lucca, gaffe sullo stadio. “Derby con la Robur all’Artemio Franchi di Firenze”

“Lucchese nel posticipo di Firenze in cerca di un punteggio pieno”. Così ha titolato oggi un articolo de La Gazzetta di Lucca, in riferimento alla gara di lunedì sera contro la Robur. In un primo momento abbiamo pensato ad un refuso, o magari ad un eccesso di importanza nei confronti di Marco Firenze, anche se il suo rientro dalla squalifica, sinceramente, non giustificherebbe una tematizzazione così personalizzata dell’evento. Né l’una né l’altra ipotesi, a quanto pare, come si nota continuando a leggere l’articolo: “Per la Lucchese la sedicesima giornata di campionato prevede il derby contro la Robur Siena all'Artemio Franchi di Firenze lunedì sera alle 20.45”. Sì, avete letto bene, Artemio Franchi di Firenze!

Sembra difficile individuare nel lapsus il motivo di questa gaffe. Vero che l’Artemio Franchi di Firenze (dove domenica sera si giocherà Fiorentina-Palermo) è uno stadio certamente più noto e capiente, ma il Rastrello non ha nulla da invidiare, incastonato nel cuore della città e col suo manto erboso che ha cullato fior fiori di calciatori di primo livello. Oltretutto l’intitolazione dell’impianto fiorentino ad Artemio Franchi avvenne nel 1993, quella del Rastrello decisamente prima. Entrambe, ad onore del vero, furono anticipate dal Comune di Castelnuovo Berardenga.

Robur-Lucchese si giocherà chiaramente al Franchi di Siena, tra l’altro in chiaro, sotto i riflettori della tv nazionale (l’ultima volta cinque mesi fa, contro il Messina in Coppa Italia maggiore, mentre tre anni fa si giocò il derby Fiorentina-Siena, questa volta sì a Firenze). Si preannuncia un bello spettacolo e uno scontro delicato in ottica playoff, sperando che la Rai non scoraggi troppi tifosi dal presentarsi allo stadio. Se poi si avvistassero più supporter rossoneri in zona Campo di Marte che nel settore ospiti, sapremmo trovare una spiegazione logica. (Giuseppe Ingrosso)

N.d.A. – L'articolo in questione è stato corretto a seguito della nostra osservazione.

Fonte: Fol