Lorenzo Montipò: il più giovane portiere a debuttare in serie B è pronto a raccogliere l’eredità lasciata da Viola

E’ stato il primo vero acquisto della Robur targata 2015/2016. Lorenzo Montipò, classe ’96, è arrivato con la formula del prestito secco dal Novara, lui che è novarese doc, dato e cresciuto nella seconda città del Piemonte. Pronto a ricevere l’incarico più impegnativo della sua giovane ma già prestigiosa carriera: difendere la porta di una prima squadra. E che squadra.

La crescita – Lorenzo Montipò inizia a giocare in seconda elementare, nella Sparta Novara. Poi passa nei Giovanissimi del Novara e nel 2012/13 difende da titolare sia la porta degli Allievi che quella in Primavera, con cui debutta nel derby contro il Torino. Nei granata c’è un altro portiere che farà carriera, Alfred Gomis.

Il debutto in B – Il 18 maggio 2013 arriva addirittuta il debutto in serie B. Si gioca Novara-Lanciano. Il titolare, Bardi, è impegnato con l’Under 21 di Mangia; il suo sostituto Kosicky è infotunato. Tocca allora a Montipò, neanche maggiorenne. E’ il più giovane portiere a esordire nella serie B italiana. Nella stagione successiva arrivano altre due presenze (contro Latina e Trapani).

Il trionfo nella Berretti – Quest’anno, un altro ruolo da protagonista. In prima squadra è il secondo di Tozzo e vince il campionato. Nella Beretti, invece, il 13 giugno 2015 si laurea campione battendo l’Aversa Normanna in finale. Poi in estate il Novara gli preferisce Pacini del Poggibonsi e si aprono le porte a un suo approdo in Toscana. Adesso il primo esame da titolare in prima squadra con il Siena.

Curiosità – Montipò tifa Milan, suona la chitarra, è amante della musica e giocava a tennis prima che il calcio lo conquistasse. La famiglia gestisce un’impresa edilizia che ha costruito mezza Novara. Il capostipite, Gianfranco è stato anche presidente del Novara Calcio a metà degli anni ‘90 insieme al fratello Francesco. 

Fonte: Fedelissimo Online