LOCATELLI: ANCHE CON LA JUVE MAI VINTO…………

L’uomo e il miracolo. Tomas Locatelli e il Siena. Mezza Italia aspetta proprio loro domani, a San Siro. Perché c’è in ballo il presente (dello scudetto) e il futuro (del giocatore). «Ma sa che le dico? Noi la Juve non l’avevamo mai battuta nella nostra storia. E ce l’abbiamo fatta. Significa che quest’anno può succedere qualsiasi cosa… » esemplifica il Loca. Spieghiamo, anche se non si parla d’altro da giorni: la sponda giallorossa del campionato sogna la vittoria bianconera, quella nerazzurra ha il secondo match point tricolore in mano per chiudere qui i conti. In mezzo ci sono loro, Locatelli e il Siena: «Mica andiamo a Milano per fare una figuraccia, ci mancherebbe. Però ora sembra che noi dobbiamo andar lì per vincere a tutti i costi. Allora, partiamo dal presupposto che battere l’Inter in casa sua non è facile per nessuno, noi proveremo a imitare quello che abbiamo fatto con Juve, Fiorentina e Roma». L’uomo dei sogni Dentro a Inter- Siena, c’è anche dell’altro. C’è un ragazzo diventato uomo: «Eh sì, forse sono come il vino. Invecchio e miglioro. E quando raggiungi una certa maturità, tutto diventa più facile. Impari a conoscerti, non fai più gli errori di quando sei giovane, che vuoi strafare e puntualmente sbagli. Maturando, stai più attento a prendere determinate scelte». Già, questione di scelte. Lui si libera a fine stagione e i nerazzurri avrebbero scelto lui. Per Locatelli Inter-Siena è come guardarsi allo specchio e vedersi già con il futuro addosso. Infatti, l’ammissione (mezza, dai): «Qualcosa, in effetti, c’è stato». La realtà: «L’Inter ora ha altro per la testa, qualcosa di più importante che pensare a me». Il ringraziamento: «Beh, solo per il fatto che abbiano pensato a me, è una gioia enorme, una soddisfazione incredibile, mi rende una delle persone più felici». Incroci stupendi Lui l’Inter l’ha battuta due volte (su 16 incontri): «Sì, entrambe con l’Udinese, l’ultima volta era nel 1998-99». Altri tempi, la via del tricolore non passava da lì. Invece, dall’anno scorso la via tricolore fila dritta nel cuore di Inter-Siena. «E noi siamo più sereni rispetto ad allora». Ah, qualcuno dice che la pancia non è ancora piena: «Infatti, le nostre cene per festeggiare la salvezza sono tutte previste la settimana prossima». Giusto, meglio non distrarsi troppo prima dell’Inter.
Fonte: Gazzetta