LO SBILENCO GIRO DI BOA di Senio Losi

Il SIENA termina il suo faticosissimo girone di andata  agguantando la quinta sconfitta consecutiva in quel di Milano, omaggio di una ennesima sconcertante direzione di gara.

Una ROBUR timorosa riesce ad incastrare i diavoli rossoneri in un blando primo tempo, condito da diverse palle perse e da sporadici  passaggi di fila.

BOGDANI (VOTO 5,5) prova a fare a sportellate in solitario mentre ROSINA (VOTO 4,5) trottola con passo leggero nel nulla più totale.

Considerando poi i timidissimi e rinunciatari esterni ANGELO (VOTO 5,5) e DEL GROSSO (VOTO 5) che non si staccano mai dalla metà campo ed  il formidabile camminatore D’AGOSTINO (VOTO 4) che gigioneggia come pochi alla ricerca del passaggio più semplice (talvolta sbagliando anche quello), il risultato non poteva essere che di un solo tiro in porta in 94 minuti di gioco (tra le altre cose per caso).

Una ROBUR spenta, insicura, con visibili difficoltà motorie e tecniche e senza giocatori utili e adatti al modulo.

E’ vero davanti avevamo il MILAN e tutto quanto. Ma con la situazione di classifica che abbiamo non ci possiamo permettere il lusso di guardare in faccia l’avversario: dobbiamo fare punti contro tutti e su ogni campo.

Il triste mercato di gennaio è iniziato e con lui l’operazione vendita totale effettuata dalla dirigenza senese.

 La situazione economica è critica e i contratti onerosi pesano molto, questo lo sappiamo tutti. C’è necessità di fare saccoccia con la speranza di voler rinforzare la squadra con quei giusti innesti in grado di portare quella fame di salvezza che ad oggi purtroppo non abbiamo. (Senio Losi).

Fonte: Fedelissimo Online