Livorno-Siena 1-1

LIVORNO (4-4-2): De Lucia, Salviato, Perticone, Knezevic, Lambrughi, Surraco, Luci, Iori, Schiattarella (dal 35′ st Pagano), Tavano, Dionisi (dal 36′ st Cellerino). All. Pillon
A disp.: Mazzoni, Bernardini, Pieri, Pagano, Prutsch, Volpe, Cellerino
SIENA
(4-4-2): Coppola, Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso, Troianiello, Carobbio (dal 11′ pt Codrea), Sestu, Rossi (dal 24′ st Kamata); Calaiò (dal 24′ st Larrondo), Mastronunzio. All. Conte
A disp.: Iacobucci, Ficagna, Codrea, Kamata, eginaldo, Larrondo, Immobile
ARBITRO: Baracani di Firenze (Bernardoni-Rubino/Massaroni)
AMMONITI: 31′ pt Terzi (S), 32′ pt Luci (L), 37′ pt Iori (L), 49′ pt Calaiò (S), 2′ st Coppola (S), 9′ st Sestu (S)
ESPULSI: 46′ st Sestu (S)
ANGOLI: 4-6
MARCATORI: 17′ Dionisi (L)
SPETTATORI: 6.949 (senesi 550)

Quando meno te lo aspetti ci pensa l’argentino. Prende in mano la mitraglia e spara. Vittima stavolta il Livorno che già si pregustava i tre punti nel derby dell’Ardenza contro la Robur. Larrondo invece scombina i piani di Pillon e i più dei quattrocento tifosi bianconeri sugli spalti del Picchi esultano con lui.
Al fischio d’inizio con Codrea non al meglio della condizione (il rumeno inizia a riscaldarsi già dai primi minuti dell’incontro), per ovviare all’assenza di Bolzoni e Marrone in Under 21, Conte propone Sestu a fianco di Carobbio, Rossi esterno sinistro. Il Livorno è lo stesso uscito vittorioso dal match con l’Albinoleffe.

Prima azione pericolosa al 2′: Troianiello mette al centro, Calaiò di destro chiude troppo sul primo palo. Al 5′ la conclusione rasoterra dalla distanza di Dionisi va sul fondo. All’8′ ci prova Tavano, basso, tra le braccia di Coppola. Pericoloso ancora Dionisi al 10′ da lontano di poco fuori. Poi Surraco crossa al centro, salva Rossettini di testa in angolo. Il Livorno pressa, il Siena soffre. All’11’ Carobbio si fa male in uno scontro con Perticone, entra Codrea. Dopo il pericolo la Robur si fa avanti: al 14′ De Lucia anticipa tutti sul lancio filtrante del nuovo entrato. Al 16′ di poco alla destra di Coppola il colpo di testa di Dionisi. La gara è viva, la manovra veloce. E’ il 18′ quando il Livorno passa in vantaggio: Dionisi si libera in area di Rossettini e di testa, a due metri da Coppola, trasforma in rete il perfetto traversone di Surraco. Interventone di De Lucia al 20′: ribatte a mani aperte la potente punizione di Codrea. Al 23′ Dionisi in pressing cerca di approfittare di un’indecisione difensiva bianconera. Si salva Coppola. Fioccano i gialli: prima Terzi, poi Luci e Iori, costretto a metter giù un velocissimo Troianiello partito in contropiede. Baracani grazia Surraco per un brutto intervento su Rossi. Al 38′ De Lucia sicuro in uscita sul traversone di Codrea. Al 39′ attento Coppola sulla punizione di Iori. Picchia duro il Livorno: ne fa le spese anche Vitiello per il fallo di Lambrughi. Ancora super De Lucia al 40′: con un balzo allontana la conclusione di testa di Mastronunzio, poi Calaiò mette alto. Il Livorno controlla, la Robur si affida ai lanci lunghi. Al 47′ i bianconeri reclamano per un fallo al limite su Sestu. L’arbitro lascia proseguire Calaiò si becca il giallo per proteste.

Nessuna sostituzione a inizio ripresa. Al 2′ Tavano mette subito i brividi a Coppola. Batte una punizione, la barriera bianconera si apre, in qualche modo il portiere ci mette una pezza. Al 3′ annullato un gol a Calaiò (stop perfetto e sinistro) per un – molto – dubbio fuorigioco. Al occasione per la Robur, ma nessuno se la sente di tirare: Troianiello recupera palla, passa all’Arciere che passa a Rossi, nella totale indecisione il Livorno recupera. Al 13′ punizione al limite dell’area bianconera per un fallo regalato a Dionisi: batte Tavano, sulla barriera. La gara è poco divertente. Errori di misura per il Siena, con De Lucia spettatore. Al 26′ bene Coppola su Tavano. Con Kamata e Larrondo in campo al posto di Rossi e Calaiò (la fascia di capitano passa a Codrea) la storia non cambia: bianconeri avanti ma senza concretezza. Il match è molto spezzettato. Quando tutto sembra compromesso ci pensa ancora lui, Marcelo Larrondo: stacca di testa su una punizione De Lucia non trattiene. Il popolo bianconero esulta con l’argentino che mitraglia il Picchi. Il Livorno protesta per un fallo in area bianconera. Baracani fa proseguire. Al 46′ espelle Sestu. Al 47′ Coppola allontana sui pugni su Tavano, poi è attento sulla conclusione dalla distanza del capitano labronico. Finisce 1-1, con la squadra che applaude la Siena bianconera che intona a tutta voce il Canto della Verbena. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line