LISCIO E BUSSO

 

La ROBUR sfiora il colpaccio al MEAZZA contro un’ottima INTER: 2 a 1 il risultato finale e tanta amarezza portata a casa.

I BIANCONERI partono subito nel migliore dei modi: D’AGOSTINO (VOTO 7) ruba palla dai piedoni di SAMUEL e dopo un batti e ribatti conclude in rete per il vantaggio senese.

L’INTER accusa il colpo e traballa: BRIENZA (VOTO 6) parte in contropiede, si fa mezzo campo, vede il liberissimo DESTRO in mezzo ma l’accorrente SAMUEL (VOTO 8 per il maledetto recupero) sventa il sicurissimo 2 a 0.

Un BOLZONI (VOTO 6) al rientro dopo tanto tempo e VERGASSOLA (VOTO 7) cercano di rallentare il gioco a centrocampo, mentre sulle fasce il duo nemico ZARATE-OBI crea non pochi grattacapi a DEL GROSSO e VITIELLO.

La ROBUR regge botta ma ci pensa poi uno iellato PESOLI (VOTO 4 giornataccia) che di piatto serve l’incredulo MILITO che nel dubbio mette dentro.

La seconda frazione è di pura sofferenza. I BIANCONERI si abbassano molto, complice anche l’inevitabile stanchezza, e gli uomini di SCAPACCIONI si fanno sotto come matti.

Una trattenuta non tanto clamorosa spinge l’onestissimo NAGAMOTO (VOTO 4: brutto) al tuffo carpiato in area di rigore: ROMEO (VOTO 5) nel dubbio fischia il rigorino che permette al principe MILITO di raddoppiare.

Partita finita. Il SIENA esce con un palmo di naso da SAN SIRO. Da dire comunque che l’onesta banda di STRAFALCIONI ha meritato di vincere vista la buona prova di fronte al pubblico amico, agevolata anche da un atteggiamento un po’ troppo intimorito (e forse un po’ troppo rinunciatario) dei nostri bianconeri.

Ma, dopotutto, giocavamo a SAN SIRO contro l’INTER.

Campionato tosto quello in corso. Il LECCE vince miracolosamente al fischio di sirena e alza di non poco la quota salvezza. La prossima giornata la ROBUR se la vedrà contro un addormentato BOLOGNA in una sfida con in ballo tre punti tranquillità.  (Senio Losi)

Fonte: Fedelissimo Online