Lettere in redazione

Situazione parcheggi per Siena/ Roma

Leggo delle disposizioni della Questura di Siena e ancora una volta mi spiace constatare come gli sportivi di Siena non vengano assolutamente tenuti in considerazione. Non tanto come sportivi ma anche come cittadini. Mi spiego : alla tifoseria ospite annunciata per 500 persone vengono riservati il parcheggio di San Prospero ,l'ex campino , e il parcheggio sotto fortezza destinato di consueto al mercato settimanale con il risultato che sicuramente oltre la metà sarà vuoto. E i cittadini sportivi senesi dove potranno parcheggiare ? Se tutto va bene nei pochi posti nei pressi del ponte della vecchia 50 auto al massimo perchè nel parcheggio intorno ai giardini della lizza ,ultimamente per  oltre la metà viene apposto un divieto di sosta. Ah già dimenticavo per chi abita in periferia c'è il bus navetta  provinciale : peccato che Montarioso ,Vico Alto, Scacciapensieri e altre zone non vengano servite. Vi ringrazio per l'ospitalità . Nello

Preg.mo Sig. Sordi,

comprendo ciò che Lei scrive a proposito del freddo giuoco delle parti: la Società gestisce e decide, il tifoso compra il biglietto – pardon: la tessera del tifoso – entra allo stadio, tifa, canta (la Curva Robur e basta), contesta (si può ancora fare?) e poi va a casa a vedere SKY.

Il senso della mia lettera era però un altro. E credo che non sia tutta "fuffa".

Nella algida meccanica che Lei ha ben descritto e che mi pare avalli, io penso che, pur accecato da uno strano sentimento che si chiama PASSIONE e pur frenato dalla mediocre cultura tipica dell'italiano medio, il tifoso pagante abbia il diritto e, mi illuderò, la capacità, di porre domande alla proprietà, soprattutto quando, nello specifico caso dell'AC Siena, non si intende cosa stia succedendo al centro sportivo di Taverne, si trovano campi di allenamento sbarrati da lucchetti, non si capisce quanti e quali denari sono stati investiti dlla proprietà nella Società, non si intende il programma di sviluppo tenico etc etc etc

I modi della domanda sono sbagliati? Lo disse anche il Presidente Mezzaroma in quel di San Miniato….Saprebbe Lei indicare un giusto metodo per avere risposte alle nostre richieste? Penso sinceramente che le Sue indicazioni potrebbero essere preziose. 

Chiudo. Lungi da me mischiare una misera contestazione di una cinquantina di tifosi con la situazione della nostra città. Io il "sacco di Siena" non lo discuto, anzi, non capisco nemmeno bene cosa Lei intenda per "sacco di Siena". Se qualcosa non quadra – ma, leggendo le cronache dei quotidiani locali mi pare che tutto vada a gonfie vele – penso che con l'indipendenza mentale e l'onestà intellettuale che storicamente l'ha contraddistinta, la cittadinanza senese saprà risolvere i problemi creati dai "soliti noti" (?????????)

Cordiali saluti

Simone Bernini