Lettere in redazione: Incompresibili problemi all’uscita dello stadio

Amici Fedelissimi,
sono un abbonato della gradinata e vi scrivo per chiedervi che ne pensate di ciò che mi è capitato domenica passata.
Al termine della partita vinta col Cesena mi sono affrettato ad uscire dallo stadio in direzione La Lizza, dove avevo parcheggiato lo scooter; quando sono arrivato all'altezza della prima uscita della curva ho trovato uno sbarramento di transenne metalliche che occupava tutta la strada; ricordandomi che per la prima volta la barriera c'era stata messa incomprensibilmente anche dopo la precedente partita col Lecce, ho cercato un varco da cui passare, che l'altra volta c'era.

Non riuscendo a trovare nessun passaggio mi sono avvicinato ma mi sono sentite dire da personale in divisa che non si poteva passare PER MOTIVI DI SICUREZZA; ho chiesto allora come dovevo fare per riprendere lo scooter alla Lizza e mi sono sentito rispondere, con annesso sorriso, che dovevo passare da Via del Paradiso. Istintivamente ho ribattuto, in modo anche garbato, mi pareva, che i primi a ribellarsi a questo tipo di ordini dovevano essere proprio loro (intendevo ordini incomprensibili alle persone comuni e difficilmente spiegabili, causa di sicure discussioni), ma non ce l'ho fatta a finire perchè l'altro non ha gradito ed ha alzato la voce avvicinandosi.

Avendo a casa moglie e figli e facendo il professionista, memore delle scene viste col Varese l'anno scorso (passavo di li per entrare in gradinata, poi ho capito di aver rischiato un bel daspo pur stando fermo da una parte), della rabbia che ancora covo per l'aggressione in cui mi ritrovai qualche anno fa dopo una partita con la Roma alla Lizza (sempre perchè passavo di li, ma non mi pare che ci fosse tutta questa attenzione per la sicurezza), e di altri episodi passati, ho visto bene di girarmi ed eseguire l'ordine ricevuto; siccome ho anche buona gamba perchè di mio un po' corro, in pochi minuti ero alle scalette di Piazza Matteotti. Chiaramente nel frattempo si era formato un bel gruppo di persone incredule e spaesate che stavano li ferme ad aspettare (fino a quando?).

Mi domando: qualcuno è in grado di spiegare ad una persona comune (o so' corto io?) quale sicurezza si fa impedendo l'incontro di chi esce dalla gradinata con chi esce dalla curva, in quel punto anzichè in Piazza Matteotti? Perchè farti arrivare fin li e poi rimandarti in dietro, allora la barriera poteva esser messa al Chiusarelli no? Ma poi col Cesena, quando con la Juve in gradinata sono stati completamente aperti i tornelli ben prima dell'inizio della partita, cosa mai vista nemmeno in situazioni ben più complesse (fila fuori e partita iniziata), considerato pure che fino all'anno scorso una volta si e una no dalla gradinata si usciva… passando dalla curva.

Mi fermo qui perchè non ho interesse ad alimentare nessun tipo di polemica o strumentalizzare niente, lascio gli interrogativi e mi tengo le risposte che mi vengono a me, per non urtare la sensibilità di nessuno, a volte si facesse peggio.

Ho scritto a voi, anche su consiglio di un amico, perchè con i giornali mi pareva inutile.

Sono abbastanza vaccinato con enti che non rispondono in modo esaustivo o per niente, o con cui non si può neanche parlare o se discuti hai sempre torto te, quindi se non avete risposte non me avrò a male, anche perchè non è certo colpa vostra.

Concludo ma non riesco a trattenere un'osservazione: visto che non mancano le occasioni in cui c'è copresenza di rappresentanti della società, della forze dell'ordine e dei tifosi, e relative possibilità di confronto, sarebbe costruttivo che qualcuno spiegasse (ma se la deve aver vinta Sky, ce lo dica chiaramente, magari alla TV si può preferire una bella merenda, una gita o altro).

Per quanto con internet serva a poco, magari salvatemi il nome, a volte la brillante democrazia che regna nella nostra Siena venisse scalfita dalle mie lamentele e qualche capoccione si indignasse (lui è?).

 Saluti e grazie per il tempo dedicatomi.

FORZA SIENA 

 Volpi Roberto