Lettera aperta alla presidente Anna Durio di Massimo Biliorsi

Carissima Anna Durio, pur essendo giornalista che segue il Siena da oltre trent'anni (come pubblicista che scrive sull'argomento perché come appassionato la cosa si perde ai primi anni sessanta) non ci conosciamo di persona, ma le faccio innanzitutto i complimenti per il premio che i Fedelissimi hanno voluto assegnarle e che merita alla grande. In un mondo calcistico sempre più disorientante, ha tenuto fede ai suoi impegni che volontariamente si era presa. Tutta la città, anche quella non calcistica, deve esserne grata. La coerenza è un'arma prima o poi vincente. Se quest'anno, come è possibile, la sua squadra non dovesse centrare l'obiettivo prefisso, la promozione, non si deve preoccupare più di tanto. Vada avanti, faccia le sue scelte, anche quelle, come si dice oggi in termini tecnici, di "resettare" tutto: lei lo puoi fare e sicuramente la città che ama sarà tutta con lei. Ricominci da se stessa e dalla sua famiglia. Ancora una volta. Grazie ancora per quello che fa e per quello che farà, ma anche per quello che vorrebbe fare. (Massimo Biliorsi)

Fonte: FOL