Lega Pro 2015-16: la situazione delle panchine del girone B

La Robur è a caccia dell’allenatore: e le altre cosa fanno? Ipotizzando quello che potrebbe essere il girone dei bianconeri nella stagione 2015-16, sono 15 su 20 le panchine praticamente già occupate. Ma andiamo per ordine: sono cinque i tecnici confermati (Cornacchini ad Ancona, Capuano ad Arezzo, Petrone ad Ascoli, Indiani a Pontedera e Semplici alla Spal)  a cui dovrebbe aggiungersi Aglietti che, sebbene manchi ancora l’ufficialità, dopo esser arrivato nel finale dell’ultima stagione di B, chiusa con la retrocessione, guiderà l’Entella anche in Lega Pro. Inoltre, praticamente fatta, sembra essere la conferma di Riolfo sulla panchina del Savona, nonostante per i liguri siano giorni fatti di dubbi sul futuro societario e inchieste legate ai nuovi scandali del calcio scommesse.

Tra ufficiali (o quasi…) otto sono le novità rese note nelle ultime settimane. Si tratta di Baldini alla Lucchese, Bucchi alla Maceratese (ufficialità che dovrebbe arrivare a breve), Favarin a Pisa (nonostante le difficoltà economiche della società), Viali alla Pro Piacenza (dopo l’esperienza sulla panchina del Piacenza), Alvini alla Pistoiese, Pane a Rimini, Zauli a Santarcangelo e Lucarelli e Tuttocuoio.

E le altre? Per il momento non sembrano giungere novità, per più motivi.

Il Prato, come scrive calcio-prato.com, è in attesa di completare le procedure burocratiche per l'iscrizione e di definire il progetto "Prato ai Pratesi". Per il sostituto di Vincenzo Esposito, dopo le iniziali indiscrezioni riguardanti Acori, Sottili, Del Rosso e Maddaloni i biancazzurri starebbero pensando ad Aldo Firicano, nell'ultima stagione sulla panchina del Forlì.

La Reggiana prima di pensare al tecnico deve risolvere le questioni societarie, con un Cda atteso a giorni per ridistribuire quote e compiti. Solo dopo si comincerà a pensare al campo, sebbene molte siano le voci su possibili movimenti dei granata

C’è ben altro da pensare invece a Carrara e Grosseto: nel primo caso non sembrano esserci notizie positive sull’iscrizione (come annunciato da Buffon qualche settimana fa), nel secondo Camilli ha dichiarato la settimana scorsa che non iscriverà i maremmani alla prossima Lega Pro e il suo ciclo a Grosseto sarebbe finito.

Queste per quanto riguarda le squadre che, sul campo, si sono conquistate il diritto di giocare in Lega Pro. Ma tra il Parma fallito, i casi Teramo e Catania e le numerose squadre in difficoltà economiche non è detto che il panorama della Lega Pro non sia destinato a variare.

Perciò, aggiungiamo, sebbene retrocesse, Forlì, Gubbio e San Marino, che attendono un’eventuale ripescaggio. I romagnoli hanno scelto Massimo Gadda, che ha detot di aver accettato a prescindere che sia D o Lega Pro. Gli umbri sono vicini a  Giuseppe Galderisi, che ha avuto un contatto lunedì con la società eugubina (in alternativa potrebbe toccare o Battistini, ex Perugia o Nofri, ex Gavorrano, che potrebbero accettare anche la D). Il San Marino invece dovrebbe confermare Fulvio D'Adderio, allenatore subentrato sulla panchina sammarinese nella seconda parte della stagione, a prescindere dalla categoria.

Fonte: Fedelissimo Online