LE RISPOSTE DEL PRESIDENTE STRONATI ALLE DOMANDE DEI TIFOSI

Una settimana fa abbiamo lanciato questa iniziativa e dopo una interminabile intervista siamo in grado di pubblicare le risposte che il presidente Giovanni Lombardi Stronati ha dato alle domande formulate dai tifosi.

L’intervista è stata fatta alla vigilia di Parma-Siena e il presidente ha risposto, riteniamo esaurientemente, a tutti i quesiti posti con grande disponibilità.

Pubblichiamo di seguito sia le domande che le risposte.

 

 

Domanda sulle strategie finanziarie (ibtull)

Egregio Presidente, dalla stagione 2010-2011 la nuova ripartizione dei diritti televisivi rovescerà sulle piccole squadre di A (tra cui la Robur, se ci salviamo) somme decisamente superiori rispetto a quelle percepite fino ad oggi. Non valeva la pena qualche sacrificio finanziario nel 2009-10 per mantenere l’ossatura dell’ottima squadra dell’anno scorso, che ci avrebbe consentito una salvezza relativamente tranquilla (penso a Portanova, Galloppa e Coppola in particolare) e il conseguente accesso ai nuovi appetibili diritti televisivi?

13/10/2009 22.22.44

 

Le cessioni di Zuniga e Kharjà erano previste, in più c’è stata quella della metà del cartellino di Galoppa, che meritava una chance di crescita e di maggiori guadagni, anche se a noi Daniele non aveva chiesto niente dal punto di vista economico. Siamo convinti che in rosa ci siano validissime alternative per sostituirlo, un nome su tutti Jajalo. La cessione di Portanova è derivata da una serie di considerazioni economiche e dopo avere sentito il parere del settore tecnico. Per quanto riguarda i diritti televisivi sappiamo benissimo quello che avverrà nella prossima stagione e che questi saranno maggiori per tutte le società. Se ci facciamo coinvolgere dalla corsa ai consensi rischiamo di annullare tutti i vantaggi. Abbiamo un fatturato ben definito e quello dobbiamo rispettare. Sono comunque convinto che la squadra sia competitiva, ci vuole solo un po’ di pazienza.

 

Domanda sulle strategie finanziarie (ibtull)

Risponde al vero il fatto che AC Siena SpA abbia già anticipato in banca i crediti da sponsorizzazione per i prossimi campionati e che tali risorse non siano pertanto più disponibili? La ringrazio per l’attenzione e, oggi domani e sempre, forza Robur (e solo Robur).

13/10/2009 22.22.44

 

Non è assolutamente vero e non dovrebbe essere difficile verificare quanto affermo. Semmai le uniche operazioni che potremmo fare sono circa le cessioni fatte. Per fare un esempio, noi abbiamo ceduto Zuniga al Napoli che lo pagherà in tre anni, ecco cercheremo di anticipare i diritti di Lega sulle cessioni, ma solo quelli.

 

domanda (gioo)

caro presidente, marco giampaolo nelle ultime 4 partite( sampdoria, chievo napoli e livorno) che hanno portato soli 2 punti, ha sempre commentato che si assume tutte le responsabilità per quesri insuccessi, nonostante questo è ancora al suo posto.. un presidente che sente dal suo allenatore che i soli 2 punti sono colpa propria e non prende provvedimenti come lo definirebbe?povero di idee, povero di soldi, (visto che non puo ingaggiane un altro si tiene ciò che ha) o vendicativo( magari non vuole darla vinta al proprio allenatore non evitandogli una retrocessione che comprometterebbe il curriculum di giampaolo)?? insomma quale è la motivazione per cui un allenatore rimane in panchina nonostante per propria ammissione abbia perso 1o punti in 4 partite?

13/10/2009 20.43.58.

 

Il Mister rappresenta il Siena, si assume le sue responsabilità ma non è in colpa. E’ un’affermazione che gli fa onore, che dimostra il suo spessore di uomo, ma crede fermamente nel gruppo che allena e nella salvezza. Da presidente mi assumo con lui tutte le responsabilità, ma tifo Siena e tifo Marco Giampaolo. Nelle partite che lei cita un ruolo determinante l’ha giocato la fortuna, se ne avessimo avuta un po’ di più avremmo una classifica diversa.

 

(Porcaccio Ghibellino)

Presidente,perchè la vedo così distante dai suoi tifosi? Non crede di essere un po’freddo e distaccato nei confronti di chi ha sottoscritto 8444 abbonamenti,avendo avuto fiducia nel suo operato estivo? Lei si comporta come il proprietario di una multinazionale,che interviene di tanto in tanto solo per dire cose scontate e banali. Invece deve capire di essere alla guida di una piccola realtà calcistica,dove è fondamentale l’interazione ed il dialogo con chi la circonda,nella fattispecie i tifosi ed i giornalisti. Non crede che una sua maggiore disponibilità al confronto ed allo scambio,magari anche vivace,di idee.potrebbe aiutare a superare certe incomprensioni reciproche?

13/10/2009 16.46.12

 

Mi creda non sono freddo, anzi sono molto vicino ai tifosi e tengo al loro giudizio. Ho un carattere molto riservato e non amo la sovraesposizione e questo potrebbe far pensare che sia lontano da loro e dalla Robur, ma non è così.

Riconosco che devo migliorare sotto questo aspetto e sicuramente lo farò anche se a me piace parlare più con i fatti che con le parole. Credo, da quando sono a Siena, di avere sempre operato per il bene della Robur, non solo con i risultati ottenuti, che sono importanti, ma anche nella crescita della società, nella patrimonializzazione del parco giocatori e nel Settore Giovanile. Tra i giovani abbiamo grandi speranze che ci chiedono le grandi squadre e questo rappresenta il futuro della società. Tornando al mio presunto distacco, vivendo ha Roma ho maggiori difficoltà a rapportarmi con i tifosi bianconeri ma, ripeto, prometto che migliorerò e do la mia totale disponibilità ad incontrarli se lo vorranno.

 

La Roma? Meglio così che ha fatto tre punti e non entra in crisi. (antibodi)

Cosa ne pensa di questa affermazione?

13/10/2009 16.16.45

 

Non si può estrapolare una frase da un’intervista si rischia come è successo, di essere fraintesi.

Io ho solo fatto una battuta amara, la stessa che avevo fatto con il Milan e successivamente con il Napoli. In queste tre situazioni abbiamo rimesso in carreggiata tre squadre con grandi problemi e la cosa mi ha molto seccato. La mia era solo una battuta: “..sarà contenta la Roma così ha risolto la sua crisi”, ma ripeto era solo una battuta piena di amarezza derivante da una partita già vinta che abbiamo perso.

 

Per il presidente! (fabietto1987)

Presidente, come mai la squadra quest’anno è stata così smantellata? Io portanova non l’avrei mai ceduto ad una diretta concorrente e poi perchè questa cessione-lampo proprio nei giorni del palio? Fabio Mazzieri

13/10/2009 15.31.22

 

Il fatto che Portanova sia stato ceduto nei giorni del Palio è assolutamente casuale: in quei  giorni ce l’hanno chiesto e in quei giorni l’abbiamo ceduto. La cessione è avvenuta dopo aver sentito le valutazioni tecniche e io l’ho conclusa perché ho ritenuto giusto operare così. Non sono d’accordo di avere smantellato la squadra, sono stati ceduti giocatori importanti per ottenere delle plusvalenze ma ne abbiamo acquistati altri che, a mio parere, sono all’altezza di chi è partito.

 

Campagna…… cessioni! (Vegeta)

Presidente, non era sufficiente, per motivi economici (per una vendita pari a ca. 13 mil. di euro), subire solo le cessioni di Zuniga e Kharja? Perche’ privarsi anche di Galloppa e Portanova dato il bassissimo ritorno economico rispetto a quello tecnico? Se potesse ritornare indietro (Giugno ’09) lo rifarebbe lo scellerato scambio delle comproprieta’ Galloppa/Reginaldo, anche alla luce dei risultati tecnici ottenuti fino ad ora? Ultima domanda ma con estrema verita’: Le cessioni di Galloppa e Portanova sono state prese in accordo anche con Mister Giampaolo? Grazie P.S. Risponda per cortesia solo se sincero, preferisco un “no comment” che un’altra bugia!

13/10/2009 14.45.45

 

Portanova non è stata una cessione che ha portato vantaggi economici, come ho già risposto, è stata una scelta congiunta tecnico-finanziaria. Per quanto riguarda Galoppa la valutazione data al giocatore è stata di 10 mln di euro, il Parma ha accettato la nostra valutazione offrendo un ingaggio importante a Daniele che, ci tengo a ribadirlo, non aveva chiesto alcun aumento.  Lo abbiamo ceduto in comproprietà ad una squadra che sicuramente lo valorizzerà ulteriormente. La sua cessione è stata comunque compensata da un giocatore come Jajalo che ha tutte le qualità per sostituirlo degnamente. Quanto allo scambio con Reginaldo, considerando anche la parte economica, lo rifarei. Reginaldo è un buon giocatore che ci farà comodo.

La cessione di Portanova è stata presa assolutamente in accordo con Giampaolo, per quanto riguarda Galloppa diciamo che l’obbiettivo economico ha prevalso su quello tecnico.

 

domanda al Presidente Sig. Stronati (franco78)

ciao a tutti, vorrei fare questa domanda al Presidente Stronati: “Da 2 stagioni Giampaolo inseguiva Reginaldo e finalmente quest’anno è stato accontentato. Per averlo la Robur ha sacrificato un titolare fisso nella scorsa stagione e pure già convocato in Nazionale. La Società può ammettere finalmente di aver fatto uno scambio azzardato o sostiene ancora che -ci divertiremo con i tocchi brasiliani di Reginaldo?-” Grazie mille, Franco

13/10/2009 14.04.29

 

Ma no, a parte l’aspetto economico-finanziario che ho già spiegato, l’arrivo di Reginaldo è andato a coprire un vuoto che avevamo fin dalla passata stagione. Reginaldo è un giocatore che può giocare da esterno e da seconda punta, è abile a saltare l’uomo. Io credo che ci tornerà molto utile.

 

Ballerine (diamine)

Mi scusi, concordo che la squadra manca di foga agonistica (i tanto cari “occhi della tigre”). Ma non sta al mister trasmettere questa “garra” ai giocatori? Allora cambiamo mister. Sveglia!!!

13/10/2009 13.26.09.

 

Io credo che la foga agonistica la debba trasmettere il mister, credo che il mister la stia trasmettendo perché non stiamo giocando male, sono sicuro che anche il tifo continuerà a farsi sentire in questo momento in cui ce n’è bisogno.

Condivido il diritto alla critica, anche il diritto di criticare le scelte di chi gioca o resta fuori, anche perché in fondo tutti noi tifosi ci sentiamo un po’ allenatori, questo è il sale del calcio, ma la critica va esercitata, anche aspramente e io sono più che disponibile ad incontrare i tifosi, cercando però di aiutare chi scende in campo a raggiungere quel livello che a volte ci è mancato. Il pubblico di Siena è una plusvalenza che altre squadre non hanno, mi piacerebbe che continuasse sempre con la stessa passione e magari una maggiore tolleranza verso chi sbaglia un passaggio o un intervento.

 

(Luca)

Ma Stronati lo sa di essere il presidente del Siena?

13/10/2009 11.44.23

 

Questa domanda penso si riferisca al fatto di essere poco visibile e di lavorare in silenzio. Ho già detto che migliorerò e cercherò di essere più esposto. So benissimo di essere il Presidente del Siena e per me questo è un piacere. Cercherò di collaborare di più con i tifosi e di essere maggiormente presente su Siena, ma vorrei che si sapesse che io lavoro per la Robur con grandissimo entusiasmo.

 

coscienza (ovvìa)

signor Presidente si metta veramente la mano sulla coscienza e ci dica perchè ha smantellato la squadra, ci dica il perchè proprio nall’anno della ripartizione equa dei diritti televisivi, ci dica, sinceramente, se ce la fa, se per lei questa è una squadra che può puntare alla salvezza e ci dica ancora perchè i nuovi giocatori sone relegati in pachina e spesso in tribuna; ci dica dei suoi rapporti con l’allenatore che al momento non sembrano idilliaci. grazie.

13/10/2009 11.40.06

 

Non sono d’accordo sul fatto di avere smantellato la squadra, come non è d’accordo l’allenatore e il Direttore sportivo. Diciamo che abbiamo ceduto giocatori molto forti e già affermati e abbiamo preso giocatori altrettanto forti che si devono affermare, ma che dopo un’iniziale momento di inserimento, sono già pronti per la serie A. Credo fermamente nella salvezza, penso che il campionato sia più duro di quello passato, ma che ce la giocheremo alla pari con tutte le altre. La nostra rosa è forte, abbiamo due giocatori per ogni ruolo e anche qualche altra opzione. In questo senso sono molto sereno. I miei rapporti con Giampaolo sono ottimi. Io non amo parlare molto, ma quando parlo affronto sempre i problema e lo faccio anche in questa occasione. Questa domanda potrebbe nascere dal fatto che i nuovi acquisti non vengono utilizzati con frequenza. Il mister sa di avere un buon gruppo, ma dobbiamo dargli il tempo di lavorarci sopra per portarli al massimo e poi impiegarli. E’ chiaro che ognuno ha le sue idee. Poi se ragiono da tifoso è normale che vorrei vedere in campo Paolucci, Genevier, Larrondo  o altri giocatori, ma io non sono l’allenatore. Giampaolo li segue giorno per giorno e deve avere tutto il tempo che ritiene necessario per utilizzarli al meglio. E’ normale che da tifoso e da presidente che ha investito dei soldi non veda l’ora di vedere giocare i nuovi.  Il tifoso che ha posto la domanda potrebbe replicare dicendo che i risultati non sono poi così brillanti, ma qui vorrei allargare il discorso. Prima cosa siamo solo all’inizio, seconda cosa il Siena ha dimostrato di avere un gioco. Ma potrei anche spingermi oltre e allinearmi con quei tifosi che hanno criticato certe sostituzioni, ma dobbiamo dare  atto a Giampaolo che la squadra ha sempre messo in mostra un buon gioco ed è stata penalizzata da qualche arbitraggio non proprio felice. Ho tantissima fiducia nel mister, sono totalmente in linea con lui e lo apprezzo per il lavoro che sta facendo.

 

è vero che…. (lillolollo)

per mandare via i giocatori ha scelto Giampaolo, mentre per acquistarli ha scelto lei con Gerolin? Volevo poi sapere come mai non è riuscito ad accontentare il mitico Mister per mandare via anche Maccarone. Cosa è andato storto? Grazie e saluti.

13/10/2009 11.35.52

 

Nessuno ha mai pensato di mandare via Maccarone tant’è che gli abbiamo affiancato un preparatore durante le vacanze. Le scelte di mercato non le fa mai solo la società o solo l’allenatore, certe decisioni vengono prese in accordo o quantomeno sono frutto di mediazioni. Sono due posizioni diverse. L’allenatore pensa a vincere e raggiungere l’obbiettivo prefissato, la società ha anche altre esigenze, su tutte il raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario che, ci tengo a dirlo, non è un’esigenza personale del presidente ma è un elemento basilare per il mantenimento della categoria e la sopravvivenza della società.

 

il mister… il presidente.. (miguel)

vedremo mai i nuovi giocare?non per curiosita’ ma oramai per necessita,tra il mister e paolucci ci sono dei contrasti? non lo fa scendere in campo,contro il livorno ha sotituiito del grosso con garofalo ,ha mantenuto la difesa a 4,quando in attacco era solo un attaccante a mezzo servizio.della sua poca lucidita’i tifosi se ne sono accorti e il mister fa il contrario per indispettire a tutti.

13/10/2009 8.41.03

 

Escludiamo immediatamente l’ultima parte della domanda: non si può pensare che Giampaolo si cali nei panni dell’autolesionista per indispettire i tifosi. Per quanto riguarda la partita con il Livorno la stragrande maggioranza dei presenti ha sottolineato sonoramente il dissenso per alcuni cambi. Mi spingo oltre e dico che potrei essere anche d’accordo con chi ha manifestato rumorosamente, ma non abbiamo la contro prova. Le scelte dell’allenatore derivano sempre da quanto lui vede durante il lavoro settimanale.

Circa il rapporto tra il mister e Paolucci credo che sia quello tra un giocatore che vuole giocare, che sa di essere un buon giocatore oltre ad un investimento importante della società. Paolucci si allena regolarmente e presto arriverà anche il suo momento.

 

RIDIMENSIONAMENTO (JOE)

caro presidente, non so i motivi che l’hanno indotta a ridimensionare la squadra fino a questo punto, ma con tutto il rispetto le vorrei porre una domanda che oramai tutti si sono posta: ma lei è consapevole che quest’anno il Siena va in serie B ? Questa non è una provocazione, basta guardare le partite per notare un livello tecnico veramente basso.

13/10/2009 8.11.01

 

Non sono d’accordo. Il Siena secondo me, il DS e l’allenatore è una buona squadra che presto deve venire fuori. Dovrà lottare con altre 5 o 6 squadre per la salvezza, ma sono fiducioso. Se fosse entrato il rigore con il Livorno non staremmo qui a fare questa analisi. La squadra per ora è stata penalizzata da episodi, da nostri errori, ma obbiettivamente penso che trovando un po’ di fantasia davanti lo scenario cambierà. Secondo me ci sono squadre inferiori alla nostra. Ora è importante che il tifo sia vicino alla squadra, che la sostenga come sempre e l’aiuti ad uscire da questa situazione che non è bella. Io ne soffro più di tutti, ci sto male, ma sono certo che presto verranno anche i risultati. I tifosi se la prendano con me, confrontiamoci come in passato, diciamoci tutto quello che abbiamo da dirci, ma sosteniamo la squadra. Il ruolo del tifo senese è determinante, sono i fatti che lo dimostrano, non sono io che lo dico.

 

xFranz (galileo)

Bravissimo domanda intelligente e importante, che si presenti dica quali sono i programmi si confronti con i tifosi e soprattutto si scusi per quello che ha detto dopo Siena-Roma.

13/10/2009 7.54.23

 

Vorrei mettere la parola fine su questa storia della Roma. Le scuse a De Rossi erano dovute, a prescindere. Il giocatore era stata attaccato fin dall’inizio, per motivi che io non conoscevo, ma i cori per cui ci hanno multato sono partiti dopo le sue provocazioni.  Abbiamo fatto ricorso solo per difendere la tifoseria del Siena evidenziando che il coro incriminato è partito solo dopo le provocazioni del giocatore da cui, tra l’altro, mi aspettavo le scuse perché se hanno sbagliato i tifosi del Siena lui, che è un professionista, non è esente da colpe. Sarebbe stato giusto sanzionare anche lui. Riguardo alle frasi che mi sono state attribuite e che hanno fatto arrabbiare i tifosi sarebbe opportuno ascoltare l’intervista e non le frasi estrapolate in chiave romanista. Ho solo detto che mi ero scusato con De Rossi che la nostra tifoseria è sempre stata corretta e che aveva sbagliato. Il tutto mentre tornavo a Roma dopo la partita e senza sapere delle provocazioni di De Rossi. Ho già chiarito il senso della mia battuta sulla Roma che aveva vinto, dettata dall’amarezza. Sono comunque disponibile per ulteriori chiarimenti se qualcuno me li chiederà.

 

vico alto (Franz)

il suo Predecessore, in un momento di crisi della squadra, non esitò, da solo, a presentarsi ospite del teatro di Vico alto, davanti alla talevisione e soprattutto davati ai tifosi mettendoci la faccia e prendendosi delle responsabilità da vero Presidente. Perchè non lo fa anche lei?

12/10/2009 21.56.30

 

Ma io le mie responsabilità me le sono prese e continuerò a farlo. La faccia ce la metto tutti i giorni e non solo quella. Ogni volta che sono stato chiamato in causa non mi sono mai tirato indietro e continuerò a tenere questo comportamento, perché lo ritengo giusto. Io credo di detenere il record di presidente più criticato, ma per fortuna o forse per abilità, sono anche il presidente che in serie A ha ottenuto i migliori risultati. Eppure fin dal mio arrivo non è passato un anno senza che non mi toccasse una contestazione, magari corretta, ma c’è sempre stata. Forse mi sbaglio, ma per i risultati finora ottenuti un po’ di credito penso di meritarlo; risultati in termini di punti, la grande crescita del settore giovanile, il lancio a livello nazionale di tanti giocatori e il grande patrimonio rappresentato dal parco giocatori. Credo di meritare fiducia, vorrei sentire i tifosi vicino alla società, vorrei essere giudicato obbiettivamente.

 

Conti! (carlos)

presidente,ha fatto i conti di quanto le costerebbe una retrocessione in serie B?qualche suo collega per evitare tale brutta ipotesi si è dato da fare,tirando fuori quei soldi che il prossimo anno,rientrerebbero da un altra porta.Lei ha fatto l’opposto!Non sarebbe meglio investire in certezze e cautelarsi , pittosto che rischiare ,non le sembra?

12/10/2009 20.55.59.

 

Questa valutazione è soggettiva. In realtà noi abbiamo investito e lo abbiamo potuto fare proprio grazie alle cessioni. Non mi sembra proprio che altri miei colleghi, della nostra stessa fascia, abbiano investito più di noi. Abbiamo una squadra di grandi prospettive che con l’integrazione che avverrà della generazione della squadra Primavera, ci farà passare i prossimi 4-5 anni in grande serenità grazie ad una rosa che dovrà essere solo aggiustata. Fino ad oggi abbiamo gestito la rifondazione di una squadra che dal punto di vista patrimoniale non esisteva. Finora è andata bene ed è chiaro che questa è l’unica strada che la nostra società può percorrere. L’unica alternativa può essere rappresentata dall’arabo che investe 100 milioni, figura che io non posso rappresentare.  In questa opera di risanamento ci siamo presi e ci prenderemo dei rischi, ma ritengo che siano rischi compatibili con il risultato che tutti vogliamo.

 

Filosofia (Paccio)

Una domanda più “filosofica”, da profano dell’economia: Presidente, ritiene veramente che una società calcistica possa essere amministrata come un’azienda (e dunque con un bilancio da rispettare e del personale da tagliare per evitare un ampio passivo) da cui è addirittura possibile ricavare dei profitti? Personalmente credo che il calcio sia un gioco e che la spesa che comporta può essere, solo in rarissime occasioni, (se va bene) compensata… a patto di non effettuare cessioni ben oltre il limite necessario a rimanere in una realtà come la massima categoria.

12/10/2009 19.20.19

 

Per quanto mi riguarda ritengo che sia obbligatorio muoversi all’interno del proprio fatturato, altrimenti si rischia di finire in situazioni come quelle in cui si sono trovate altre realtà che sono state cancellate dal calcio.

Sono viceversa d’accordo che per una società come il Siena è quasi impossibile conseguire un utile ma semmai di ottenere un quasi pareggio, ma è quello che stiamo facendo noi se è vero, come è vero, che chiudiamo sempre con delle perdite, sempre ripianate dal sottoscritto, e abbiamo come obiettivo il pareggio di bilancio.

In questo contesto è nato il nostro progetto che prevede di investire sui giovani, abbassando i costi di gestione e creando delle plusvalenze. Questa, secondo me, è l’unica strada da percorrere.

 

 

Karlos (Karlos)

Per il centro sportivo come AC Siena che intenzioni avete?? Grazie Carlo

12/10/2009 18.39.19

 

Questo è un altro punto importante. Noi siamo una squadra di serie A che per allenarci dobbiamo chiedere ospitalità ad una squadra di serie C2 e questo, pur ringraziando la Colligiana, non ci fa piacere e ci crea un sacco di problemi. Attualmente stiamo rifacendo un campo a Colle Val d’Elsa e ci alleniamo a Castellina Scalo, la Primavera si allena a Buonconvento, con grande dispendio di mezzi ed energie per i trasferimenti e la logistica. Il Siena prima dello stadio ha bisogno della sua casa, non si può stare in serie A e non avere una struttura nostra che ci aiuti a lavorare e crescere. E’ più il tempo che passiamo per trasferire uomini e materiale da un campo ad un altro di quello utilizzato per allenarci, il tutto aggravato da spese rilevanti. Questo è il primo obbiettivo che ci poniamo ora. Abbiamo il totale supporto della Banca e del Comune di Siena, e grazie a questo, superate tutte le burocrazie che le nostri leggi impongo, nel giro di poco potremmo avere la soluzione giusta. Il centro sportivo per la Robur credo che a breve sarà un dato di fatto e non più una chimera. Non mi voglio esprimere indicando una data perché non mi piacciono i proclami o le promesse vane e oltretutto non dipende solo dalla mia volontà, ma credo che entro l’anno si sarà individuata una soluzione molto soddisfacente. Sono fiducioso.

 

Ma quanto si diverte a fare (come si dice nella sua Roma) il bamboccione???? (Karlos)

Presidente salve io mi chiedo da fine mercato soltanto una cosa: ma Lei si diverte a prenderci in giro… ci siamo indeboliti nettamente ed è palese che quest’anno manchi cattiveria ed esperienza. Più di 8000 abbonati per vedere costruita una squadra in estate malissimo… davvero grazie, bella riconoscenza. Vorrei sapere quali intenzioni ha… e personalmente non perdonerò mai la Società per aver “mandato via” un certo Daniele Portanova. Ma Lei che intenzioni ha veramente??? Mandarci in B…. Grazie Carlo

12/10/2009 18.37.41

 

L’ultima delle mie intenzioni è quella di retrocedere, anche perché provi ad immaginare, in  termini economici cosa comporterebbe una retrocessione. La città e i tifosi subirebbero una delusione inimmaginabile, la stessa che proverei io con in aggiunta una perdita economica facilmente individuabile.

Ripeto quello che ho già detto, non credo che la squadra sia più debole e che non abbia le carte in regola per raggiungere la salvezza. Anche su Portanova ho già risposto e spiegato in una precedente risposta.

 

Un giudizio sul mercato!! (Claudio)

Le cessioni di Zuniga, Kharja e Galloppa ci potevano anche stare, ma quella di un gladiatore e leader come Portanova proprio no. Non le sembra che questa squadra, nonostante i tanti giovani di buona speranza, sia stata costruita molto male. O meglio in sostituzione di Zuniga è arrivato Rosi, di Galloppa Fini.. e il trequartista?? Si sta accorgendo degli errori commessi in estate… in gennaio vogliamo rinforzare questa squadra!!! … che avete preso in giro Noi tutti tifosi ed in parte Giampaolo. Grazie Claudio

12/10/2009 18.26.52.

 

Una volta che i nuovi saranno entrati negli schemi di Giampaolo sono convinto che questa squadra potrà raggiungere l’obbiettivo prefissato. Quanto al mercato di gennaio le dico che il nostro mercato è sempre aperto e alla ricerca di soluzioni che possano migliorare la rosa. Mi creda, non ho preso in giro nessuno, tanto meno Giampaolo con cui sono in totale sintonia. Abbiamo fatto delle scelte che al momento possono far insorgere dei dubbi, ma che alla lunga mi auguro siano sufficientemente valide per i nostri obbiettivi.

 

(galileo)

vorrei chiedere la verità sulla cessione Portanova, se è stata scelta tecnica o fin anziaria inoltre vorrei sapere se ci salviamo se intende rinnovare con giammpaolo o no. Grazie

12/10/2009 17.49.403

 

Ho già spiegato i motivi della cessione di Portanova, quanto a Giampaolo, Marco è un allenatore che merita platee più importanti, abbiamo fatto con lui un progetto biennale, c’è da parte mia la volontà di allungargli il contratto, vedremo cammin facendo cosa si dovrà fare. Al momento mi sembra prematuro parlare di questo argomento ma confermo che ho proposto a Giampaolo l’allungamento del contratto.

 

3 domande (ricca)

lei crede fermamente che la squadra, come affermato agli inizi di settembre, abbia una qualità superiore a quella dello scorso anno?? possibile che tutti i soldi incassati a giugno con le famose cessioni siano tutte finite in bilancio?? giampaolo sarà confermato a prescindere dai risultati di qui a gennaio? grazie! complimenti ai fedelissimi x questa iniziativa e anche a stronati se davvero risponderà a ogni singola domanda. saluti

12/10/2009 17.33.27

 

Non so se la squadra abbia una qualità superiore a quella dello scorso anno, ma sono convinto che abbia le qualità giuste per raggiungere la salvezza.

Si, confermo che ad eccezioni di quelli reinvestiti per gli acquisti, il resto è andato tutto nel bilancio, come la legge prevede e le nostre esigenze richiedono.

Alla domanda su Giampaolo non posso rispondere o almeno lo posso fare solo nella convinzione che i  risultati arriveranno. Una situazione diversa non l’ho nemmeno presa in considerazione e sono sicuro che non ce ne sarà bisogno.

 

FUORI I FATTI (Pietro)

Rinforzi la squadra a gennaio, inizi i lavori per il centro sportivo, in mancanza di risultati si imponga con il mister o lo cambi. il credito degli ultimi due anni si è esaurito con le cessioni, la vicenda giampaolo, le dichiarazioni su de rossi e i ruoli scoperti, papastathopoulos? van den borre? eder? alla fine ceduto portanova!!! perchè? nell’anno dei diritti tv e della rinegoziazione dello sponsor? retrocedere è da folli o da coscienti…dipende dai punti di vista.

12/10/2009 16.36.52.

 

Mi sembra di aver risposto in precedenza a gran parte delle sue domande, per il resto le dico che Vandenborre ha rinunciato al traferimento, Papastathopoulos è stato bloccato dall’allenatore del Genoa ed Eder è stato valutato una cifra folle, tant’è che è rimasto ad Empoli. L’ultima domanda non l’ho capita, ma se mi farà capire il senso le risponderò volentieri.

 

(marcorobur)

Onestamente, lei ritiene di poter far fronte economicamente a quella che, fin d’ora, si prospetta come una campagna di rafforzamento invernale (e, quindi, rischiosissima) senza precedenti se vogliamo tentare di salvarci? Viceversa, senza nascondersi dietro un dito,significherebbe la quasi certezza di doversi rassegnare alla retrocessione proprio nell’anno in cui sarebbe stato necessario salvaguardare di più un organico che dava notevoli garanzie, un clima di tranquillità che è stato bruciato nel breve volgere di un’estate ed una credibilità nei suoi confronti che, forse, non verrà mai più riguadagnata da parte della tifoseria. Grazie.

12/10/2009 16.32.25

 

La nostra attenzione sul mercato è sempre massima sia in Italia che all’Estero e non trascureremo nessuna possibilità per migliorarci. Sono convinto che la squadra sia competitiva, ma abbiamo ancora qualche settimana per una valutazione più completa, caso per caso. Valuteremo quello che succederà da qui a gennaio e in base alle esigenze che emergeranno se ci sarà da fare qualcosa lo faremo. Non trascuriamo mai le possibilità di migliorare.

 

domande al presidente (robur67)

Perchè abbiamo fatto tutta la preparazione con in difesa Portanova e all’inizio del campionato l’abbiamo dato a una diretta concorrente per la salvezza? Se fosse stato venduto prima la difesa poteva almeno integrarsi meglio!!

12/10/2009 16.25.21

 

Portanova è stato venduto al momento che si è presentata una squadra che ce l’ha chiesto. La richiesta del Bologna è stata l’unica che ci è pervenuta.

 

rapporti con la Roma (sienandrea)

Presidente vorrei dei chiarimenti sul Suo rapporto con la Roma, la Sua squadra del cuore. E’ Presidente del Siena ma critica, con troppa foga, i nostri tifosi e asserisce che sono giusti i 3 punti alla Roma?

12/10/2009

 

I miei rapporti con la Roma sono quelli di chi è cresciuto in una città e che ha tifato, in passato, per la squadra della sua città, come normalmente avviene. Da quando sono diventato presidente del Siena vorrei vincere sempre, soprattutto con la Roma, perché è in gioco anche il mio orgoglio personale. Ho già chiarito che sui tre punti alla Roma la mia era solo una battuta amara, per sdrammatizzare. Quando il Siena gioca con la Roma, i giocatori hanno sempre un premio speciale e questo la dice tutta su quale è la mia posizione. Il cuore è diventato bianconero e non potrebbe essere altrimenti, io tiferei Siena anche se giocasse contro una squadra dove giocano i miei figli. Per un presidente quando la squadra scende in campo sei tu che affronti l’avversario, è come se giocassi io. Il presidente e il proprietario di una squadra che come me ci mette l’anima, il tempo, i soldi, che sceglie i giocatori e l’allenatore, che sceglie e disegna le maglie è come se giocasse lui. Io ci soffro quando non si vince soprattutto in certe occasioni come per esempio la Roma in cui, come ho già detto, scende in campo anche l’orgoglio personale.

 

16.24.32altra cosetta……… (momo)

……….cosa le fa credere che noi crederemo alle Sue risposte dopo le tante e svariate prese pel c–o come il caso De Rossi, il caso Portanova ceduto stranamente i giorni del Palio quando noi senesi pensiamo ad altro e alle sue parole che avrebbe ceduto solo 2 o 3 pedine?

12/10/2009

 

Non parlo molto e questo è un difetto a cui cercherò di rimediare, ma quando intervengo non mi nascondo dietro un dito e alle domande rispondo sinceramente altrimenti non sarei qui a rispondere alle vostre domande. L’ho fatto volentieri e se lo ritiene opportuno sono disponibile, come ho già detto, ad incontrare lei e gli altri tifosi.

 

16.11.53caro avvocato…. (Ron Jeremy)

… cosa l’ha spinto ad acquistare l’AC Siena? Aveva mai seguito il Siena prima che ne diventasse presidente?

12/10/2009 16.04.38

 

Il Siena l’ho iniziato a seguire da quando è approdato in serie A, perché è stata sempre una squadra rognosissima che ha rappresentato il miracolo della serie A. Una squadra che riusciva a coinvolgere per la sua tenacia e per la grinta con cui difendeva la posizione raggiunta. Indubbiamente è stata ed è una squadra che, al di fuori della città,  ispira simpatia a molti.

La spinta all’acquisto nasce da una passione per il calcio che ho da sempre, dal fatto che avevo una squadra che ho portato dai dilettanti alla serie C2 (la Valle del Giovenco ndr) e che ora è arrivata in C1. Quando incidentalmente si è presentata l’occasione di acquistare la Robur mi sono subito appassionato all’idea e in pochi giorni, di questo me ne dovete dare atto, ho chiuso la trattativa. Sono soddisfatto di questa scelta e spero di riuscire a dare i risultati e le soddisfazioni che una città come Siena meritano. Dobbiamo essere orgogliosi di quanto abbiamo fatto e dobbiamo guardare al futuro con la giusta determinazione, sapendo che ci aspetta una dura battaglia e che la combatteremo tutti insieme fino alla fine.

 

perchè tante cessioni importanti (robe66)

Presidente gli volevo chiedere come mai in questo anno fondamentale per il futuro ( diritti tv per chi resta in A) la squadra è stata privata di tante pedine fondamentali per salvarsi comodamente, non potevamo aspettare o privarsi solo di 2 massimo 3 giocatori? Grazie

12/10/2009 15.47.10

 

Ho già risposto a questa domanda e credo in modo esauriente.

 

Robur in vendita (guazzino)

E’ all’inizio della passata settimana che un ex assessore al Comune di Siena mi ha detto che la società è in vendità;l’operazione sarebbe sotto il controllo del Monte dei Paschi.Conferma o smentisce?

12/10/2009 15.47.08

 

 Smentisco categoricamente e fermamente. Queste voci vengono messe in giro di tanto in tanto ma io non ho mai parlato con nessuno per la cessione della società. Se poi arrivasse un soggetto economicamente forte, che possa permettere alla società un salto di qualità importante, se i tifosi sono d’accordo ne parliamo. Ora come ora non ho nessuna intenzione di cedere la società, perché ci tengo a fare  bene e perché voglio portare avanti il mio progetto, Siamo qua molto volentieri e rimarremo qua. Stiamo lavorando per il futuro, per apportare alcune migliorie, per costruire il Centro Sportivo e su tanti altri progetti. Non nascondo che sarei contento se queste voci cessassero, perché disturbano il nostro lavoro.

 

domanda (momo)

Presidente perchè una Società che punta sui giovani e li vuole valorizzare, non si IMPONE con il MISTER e lo obbliga a far giocare i nuovi arrivati invece di far finta di niente? In fin dei conti LEi sui nuovi c’ha puntato no? Non è stanco di veder giocare uno come Ghezzal fuori ruolo quando in quel ruolo ci potebbe essere Ekdal o Jajalo? E poi………perchè l’anno scorso il MIster voleva a tutti i costi fare il 4-4-2 e quest’anno che avrebbe i giocatori per farlo si impunta col 4 -3-1-2 pur non avendo un 3/4ista? Non crede che dopo aver smantellato una squadra forte come lo scorso anno sia giunto il momento di fare chiarezza tra lei e il MIster!! E non i risponda che va tutto bene tra le due parti perchè ci crede solo lei! A Siena siamo pochi ma non siamo scemi

12/10/2009 15.43.44

 

Il mister ha bisogno del giusto tempo per inserire i nuovi e fare le sue scelte. Le scelte tecniche spettano solo a lui ed io ho molta fiducia nel lavoro che svolge. Fra me e lui non c’è bisogno di fare chiarezza, ci sentiamo tutti i giorni e siamo in perfetta sintonia. Mi creda è la verità e non penso assolutamente che i tifosi del Siena siano scemi. Tutt’altro.