Le prime mosse di Anna Durio

Un mese e mezzo, qualche giorno di meno. Poi la Robur passerà di mano: da Antonio Ponte ad Anna Durio. Sarà definitivamente voltata pagina nella storia della società bianconera.

IL PASSAGGIO – Fra poco più di un mese sarà effettuato il passaggio delle quote, come da accordo formale sottoscritto nel mese di febbraio. Anna Durio diventerà dunque proprietaria della Robur, anche se in queste settimane Alessandra Amato sta già lavorando su "mandato" della stessa Durio. Revisione dei conti, ottimizzazione delle risorse, riorganizzazione interna. Allo stesso tempo ci sarà da pianificare la questione sportiva: la prossima stagione va costruita durante le prossime settimane, sia attraverso l'individuazione dello stafftecnico, sia attraverso l'impostazione della squadra, con la valutazione dei giocatori sotto contratto e di quelli per i quali si proverà a rinnovare il prestito. Insomma c'è tanta carne al fuoco e i tempi vanno accorciati.

LO STAFF – Con insistenza si fanno i nomi di Massimo Morgia e Michele Coppola per lo staff tecnico, il primo con compiti di direttore tecnico, il secondo come allenatore, magari affiancato da Simone Vergassola. Sarebbero ritorni importanti come quello di Marcello Pisaneschi, che assumerebbe l'incarico di direttore sportivo, anche se su tale figura c'è ancora grande incertezza. Solo dopo queste decisioni si procederà con l'allestimento della squadra e, quindi, la conferma o meno di alcuni degli elementi che hanno vestito la maglia bianconera nella stagione attuale.

I SOCI DI MINORANZA – Rimane aperta la questione dei soci di minoranza, che rappresentano attualmente una esigua percentuale del capitale sociale. L'esclusione dal consiglio di amministrazione di Pietro Mele dei giorni scorsi è un segnale abbastanza chiaro, anche se la questione non sembra ancora del tutto esaurita.

Fonte: Corriere di Siena