Le pagelle di Vis Pesaro-Siena

Lanni 6,5: una sola vera parata, quella su Fedato a inizio ripresa, che però serve a mettere la pezza nel momento giusto, perché pochi minuti dopo arriva il raddoppio che congela il risultato

Raimo 6: l’inizio è un po’ sofferto, visto che dalla sua parte gli avanti della Vis rendono la vita dura. Col passare dei minuti prende confidenza, va vicino anche al gol con una bella conclusione da fuori

Crescenzi 6,5: la calma olimpica con cui si districa in ogni situazione spinosa è ormai una costante delle sue prestazioni. Non si scompone nemmeno dopo che il Siena si ritrova in inferiorità, facendo passare alla larga tutti quelli che transitano dalle sue parti

Silvestri 6,5: da come difende su ogni palla si intuisce la voglia che ha di chiudere un’altra volta con la porta inviolata. Solito predominio sulle palle alte e una cattiveria agonistica senza eguali

Riccardi 7,5: si sacrifica per la seconda volta di fila in un ruolo non proprio consono alle sue caratteristiche, lo fa con enorme applicazione e intelligenza venendo premiato con il primo gol in bianconero, dopo aver svettato in area sul traversone di Disanto

Collodel 7: lo si trova in tutte le zone del campo a catturare seconde palle e a far ripartire l’azione. Va ad un passo dalla rete con un diagonale che Farroni sporca in angolo, poi assiste Paloschi per il definitivo 2-0

Leone 6: qualche bella uscita palla al piede, da una delle quali scaturisce anche l’angolo che porta al raddoppio. Nel finale sciupa il possibile 3-0 esitando troppo a tu per tu con Farroni

Castorani 5,5: alterna qualche buona giocata ad alcune defaillance, prima di commettere l’ingenuità che gli costa il secondo giallo della sua partita

Buglio 6: meno nel vivo dell’azione di altre volte, non manca comunque il suo apporto in fase di non possesso (dal 78’ Picchi 6: il suo ingresso serve a dare ordine in mezzo al campo e anche a garantire maggiore compattezza vista l’inferiorità numerica)

Paloschi 7,5 (il migliore): ci voleva una serata così. Sblocca la gara con una giocata da vero rapinatore d’area, con la quale eguaglia il bottino della passata stagione. Nel mezzo anche tanto lavoro sporco, tra palle difese con caparbietà e cambi di campo sempre efficaci (dall’84’ Arras sv)

Disanto 7: da qualche tempo ormai non fa più notizia. Nella prima frazione i pericoli passano tutti dai suoi piedi, poi confeziona l’ennesimo assist servendo un cioccolatino a Riccardi. Decisivo anche quando non segna (dal 91’ Franco sv)

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol – Foto: ACR Siena