Le pagelle di Siena-Vis Pesaro

Lanni 6,5: sbroglia tutte le situazioni con estrema tranquillità, attento sulla punizione di Marcandella

Mora 6,5: si vede che era già in palla, perché si inserisce alla perfezione nei meccanismi della difesa. Ed è uno stantuffo ogni volta che spinge in avanti

Milesi 6,5: esordio più che positivo, controlla senza troppi affanni Gucci. Si prende un giallo solo perché è costretto a fermare Cannavò lanciato a rete dopo l’involontario liscio di Mora

Terigi 6: il suo di cartellino era forse evitabile, ma si difende bene nei novanta minuti considerando che Cannavò è un cliente tutt’altro che facile

Farcas 7: primo tempo praticamente perfetto, difensivamente non sbaglia un intervento. Nella seconda frazione lo si nota meno, ma solo perché la Vis Pesaro non prova neanche più a farsi vedere dalle sue parti

Bani 7: trasformato, forse anche in consapevolezza. Lo si ricordava a tratti confusionario, invece è cresciuto a livello di sagacia tattica e si fa sempre trovare pronto nel leggere l’azione avversaria, come quando scippa Coppola per servire a Varela il comodo 3-0 (dall’80 Marcellusi sv)

Acquadro 6,5: un moto perpetuo, la sua corsa ed il suo dinamismo si rivelano fondamentali per gli equilibri del centrocampo in assenza di uno specialista in quel ruolo. Come contro la Fermana svaria spesso anche in zone non prettamente di sua competenza (dal 67’ Favalli 6: un assaggio del campo in attesa della migliore condizione, ma ha il tempo di prodursi in una sgroppata degna di nota)

Cardoselli 7,5: il gol dopo un minuto apre la serata nel migliore dei modi, ma lo zampino lo mette anche nella seconda rete. Onnipresente in tutte le situazioni offensive, dove riesce a far valere il suo strapotere fisico

Caccavallo 6: aggiunge vivacità alla manovra, e con la palla tra i piedi dà la sensazione di potersi sempre rendere pericoloso. Oggi difetta un po’ nella mira (dal 67’ Paloschi 6: ingresso positivo e utile per tornare a prendere confidenza con il campo. Ha anche l’occasione per segnare, ma forse viene servito con un attimo di ritardo)

Varela 7,5 (il migliore): presentarsi alla prima di campionato con una doppietta in un ruolo dove è adattato dà la dimensione del calciatore. Immarcabile perché alla tecnica abbina anche una velocità notevole, svaria alla perfezione su tutto il fronte offensivo non dando mai punti di riferimento alla difesa della Vis (dall’87 Zaccone sv)

Guberti 6,5: meno brillante rispetto ad una settimana fa ma sempre incisivo e decisivo. Prima con l’assist del 2-0, poi costringendo Gavazzi al fallo che lascia anzitempo i biancorossi in dieci (dal 67’ Disanto 6: qualche bella iniziativa sulla sinistra, viene fermato una volta dall’esterno della rete e una dalla bandierina)

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol