Le pagelle di Siena-Trestina

Narduzzo 7: un paio di uscite ben calibrate e un altro miracolo dal dischetto allo scadere. Stavolta, però, l’epilogo è opposto rispetto a Scandicci

Bedetti 5: ingenuo due volte in occasione del primo rigore, prima facendosi saltare da Sylla e poi nel contatto con l’esterno ospite. Rimedia anche un giallo inutile prima della sua uscita dal terreno di gioco (dal 90’ Ilari sv)

Carminati 6: solita gara senza sbavature fino al gol del 2-2 quando, in compartecipazione con Sare, cade nella finta di Sylla che porta al secondo penalty

Farcas 6: fornisce una prova attenta per tutti i 90 minuti, dimostrando padronanza e tempismo nelle scivolate. Restano molti dubbi sul contatto che provoca il secondo rigore

Ruggeri 6,5: dopo un inizio in leggero affanno, prende le misure a Khribech. Propizia il 2-1 con una delle sue solite discese

Gerace 6,5: come aveva chiesto Gilardino, aggiunge qualità alla manovra del Siena. È sempre pronto sulle ribattute della difesa avversaria, si fa apprezzare anche per un bellissimo lancio a Guidone (dal 60’ Sare 5,5: entra con il piglio giusto e dà dinamismo al centrocampo, ma è in concorso di colpa quando lascia sfilare Sylla)

Schiavon 6: più spada che fioretto. Compensa gli errori tecnici in fase di appoggio con la consueta grinta e aggressività (dal 60′ Agnello 6: fa il suo senza strafare, serve anche una bella palla a Martina)

Bani 6,5: corsa, tempi di gioco, inserimenti e rifinitura: si dimostra centrocampista a tutto tondo. Intelligente e altruista nel confezionare un assist al bacio a Martina

Gibilterra 7: è letteralmente incontenibile in campo aperto. Causa due ammonizioni e mette sempre in subbuglio la retroguardia umbra (dall’83’ Mignani 6,5: pochi minuti giocati che gli bastano per far espellere Convito, anche se la superiorità numerica si rivelerà vana)

Guidone 6,5: gli manca solo la rete, che gli viene negata da un super intervento di Migni su un suo colpo di testa. La sua girata al volo meritava maggiore fortuna, bravo in occasione del primo gol a difendere palla (dal 69’ Sartor 5,5: non riesce a far salire e rifiatare la squadra, confermando di stare vivendo un periodo no)

Martina 7 (il migliore): non aveva mai giocato da esterno alto ma dimostra di avere confidenza con il ruolo e soprattutto con la porta. Assiste Ruggeri in occasione della seconda rete e va vicino alla doppietta personale con un diagonale che termina a fil di palo

(Ingrosso-Fanetti)

Fonte: Fol