Le pagelle di Siena-Mantova Coppa Italia a cura di Federico Castellani

Confente 6

Nulla può sui goal: rigore e tiro ravvicinato a bruciapelo che lo lascia inchiodato. Riesce ad intercettare il rigore ma è sfortunato. Del resto qualche buon intervento e qualche rinvio sciancato.

Migliorelli 5

Si soffre sulla sua parte: un palo e qualche iniziativa. Poi il rigore per troppa irruenza come testimoniato dall’attaccante Virgiliano. Prestazione modesta

Setola 5

Ha gamba. Anche troppa. Si concede un fallaccio pericoloso quanto sciocco e plateale. 

Okkada 6

Poche occasioni per mettersi in luce anche se sembra molto fisico e di corsa

D’Ambrosio 5

Il Capitano, fresco di rinnovo pluriennale, non offre una buona prestazione. Spesso incerto si fa bruciare in occasione del secondo goal rinculando e prestando il fianco all’attaccante che comunque è bravo a colpire rapidamente.

Romagnoli 6

Spesso costruisce con lunghi lanci a lanciare il solitario centroavanti. Dal modo in cui viene ripetuto sembra uno schema voluto. Del resto diligente come al solito

Varga NR

Troppo poco per una valutazione e in una situazione della squadra di manifesta inferiorità.

Arrigoni 5,5

Schierato davanti alla difesa palesa i suoi difetti non facendo circolare il pallone con rapidità. In affanno 

Da Silva 5

Corre e svaria molto. Ma si attarda a fare cose troppo complicate e perde palla. Come in occasione del goal avversario. 

Gerli 5,5

Schierato come l’anno passato alla mezzala offre pochi spunti in quel ruolo. Anzi si attarda a palleggiare e perde un pallone dal quale nasce il break che causa il rigore.

Serotti 5,5

Si danna l’anima ma gli manca lo spunto finale, la zampata, la conclusione.

Cesarini 5,5

Avrebbe anche un paio di buon palloni da provare ma cerca, fin troppo, la finezza perdendo l’occasione. Viene sostituito con un difensore quando c’era da recuperare lo svantaggio. Scelta un po’ particolare.

Polidori 5

Servito poco e male, spalle alla porta però non hai mai un guizzo un invenzione  Molto lento e impacciato sembra molto imballato.

Ortolini NR

Una sgambatella

 

Cosa va

Squadra aggressiva e poco più. Il pubblico numeroso visto il periodo e la gara. Peccato. 

Cosa non va

A distanza di quasi tre mesi abbiamo ricominciato da una sconfitta. Gli obiettivi e il periodo sono diversi d’accordo ma sempre una prestazione modesta. C’era molta curiosità per vedere all’opera il Dal Canto pensiero. Per ora, e sottolineo per ora, abbiamo visto lo stesso giro palla. Ho contato di media 15-20 passaggi sulla linea mediana. D’altronde non poteva essere diverso con due palleggiatori puri (Gerli e Arrigoni ) e uno –Serotti- che comunque ama il fraseggio.

Gerli soprattutto ancora ha dimostrato che in quel ruolo stenta sacrificando Arrigoni davanti alla difesa quando in passato condiva le sue stagioni con 7-8 goal giocando da mezzala. Mentre Gerli ebbe la sua glorificazione due anni orsono giocando da Play puro davanti alla difesa. Del resto molta lentezza, poca improvvisazione o genialità. C’è da riflettere e Dal Canto sicuramente lo farà. Alternative ci sono. Fin troppe.

Fonte: FOL