Le pagelle di Siena-Gavorrano a cura di Federico Castellani

PANE 6
Appare un po’ indeciso in alcune situazioni, specie su palloni alti. Comunque sufficiente

RONDANINI 6
Buona prestazione fino alla sua sostituzione. La tecnica talvolta lascia a desiderare ma lotta come suo solito spesso mettendo il fisico.

PANARIELLO 6
Inaspettatamente inserito resta attento anche se per poco non combina una frittatella rischiando l’auto goal clamoroso.

SBRAGA 6
Gli manca il compagno di reparto abituale e, si sa, la coppia di centrali per una serie di motivi sono come “fidanzati”. Peccato per quel venialissimo fallo di mano su di innocuo traversone che permette ai maremmani alla fine di pareggiare.

MARHOUS 6,5
Non fa rimpiangere il più esperto Iapichino e svolge il suo compito con discreta personalità. Esce fra gli applausi anche per la giovane età per la quale gli si concede qualche distrazione.

GERLI 6,5
Gli manca solo, nel suo repertorio, la “botta” da fuori e indugia sempre anche quando potrebbe provarla. Del resto buona prestazione condita da un assist al bacio per l’accorrente Cristiani.

CRISTIANI 5,5
Continua il momento un po’ appannato. Sbaglia due occasioni (compreso quella dalla quale scaturisce il goal) ma è l’unico vero incursore a disposizione della rosa.

DAMIAN 5,5
Si rivede titolare dopo un po’ di tempo approfittando della necessità del turnover. Parte bene ma poi gioca a sprazzi e spesso scompare dal vivo del gioco con pause troppo lunghe. La giovane età forse lo limita

MAROTTA 7
Si risveglia e come al solito svolge il suo compito sbloccando il risultato. Ci aveva già provato in apertura.

GUBERTI 6,5
Partita un po’ a luci spente ma, quando decide di accenderle, usa gli abbaglianti con giocate fuori categoria.

SANTINI 7,5
Schierato dall’inizio svaria con intensità e forza su tutto il fronte riuscendo sempre temibile. Generoso rientra e combatte senza tregua. Alla fine però un po’ risente della fatica ma, nel complesso, il migliore.

VASSALLO 6
Entra ma incide pochissimo nonostante gli ampi spazi per ripartire come lui sa fare.

IAPICHINO 6
Entra e cerca di partecipare alla manovra ma la squadra e il centrocampo non lo assistono preferendo restare a guardia del fortino

EMMAUSSO SV

CRUCIANI SV

CLEUR SV
All’esordio per un risentimento di Rondanini cerca di inserirsi negli schemi ma è prematuro dare un giudizio.

 

Cosa va
Una partita ostica, come prevedevamo. Tuttavia alla fine riusciamo a sbloccarla dopo vari tentativi ripetuti.
Un pareggio è comunque un punto ripreso sul Livorno e la tabella di 7 punti in tre partite è in linea con i programmi

Cosa non va
Purtroppo in casa abbiamo problemi. E’ un dato oggettivo. Per quanto cinici e belli in trasferta risultiamo lenti e impacciati in casa. Insomma la quadra, in casa, ancora non c’è anche contro avversari enormemente inferiori tecnicamente. Dopo il goal ci rilassiamo, film già visto, e proviamo a gestirla ma senza chiuderla anzi arretrando pericolosamente di 10-15 metri cercando improbali ripartenze che non ci riescono mai. Poi un rigorino mezzo e mezzo…….Anche i cambi non sortiscono effetti.

Federico Castellani

Fonte: Fol