Le pagelle di Pescara-Siena

Lanni 6,5: tante parate che limitano il passivo all’interno di una partita in cui non perde mai la concentrazione

Laverone 5,5: in avanti cerca di farsi vedere con regolarità, arrivando anche al tiro in due occasioni. Dalla sua parte non è però facile contenere un Rauti in stato di grazia (dal 73’ Mora sv)

Terzi 5: nel nuovo anno le ha giocate praticamente tutte (ad eccezione di quella con l’Imolese), ma la sensazione è che anche lui abbia bisogno di rifiatare. Poco lucido in alcune situazioni ed in difficoltà quando il Pescara riparte in velocità

Dumbravanu 5: ingessato e a tratti disorientato. Mostra un piede discreto in qualche cambio di gioco ma dietro balla come tutta la retroguardia

Favalli 5: goffo l’intervento che regala il vantaggio al Pescara, è disattento anche in occasione del raddoppio. Giornata no

Meli 5,5: viaggia a corrente alternata. Alcuni spunti interessanti ma anche qualche pausa di troppo all’interno della partita (dal 67’ Cardoselli 5,5: non lo si vede quasi mai, il suo ingresso si materializza nel momento peggiore della squadra)

Guillaumier 6: non brilla ma neanche demerita particolarmente. Sbaglia qualcosa di troppo in fase di costruzione, il bilancio finale è una sufficienza striminzita

Bianchi 6: lotta su tutti i palloni, provando a dare manforte alla fase offensiva. Dopo aver tirato la carretta per tante partite, anche per lui la spia della benzina sembra essere in riserva (dall’84’ Bani sv)

Disanto 6: nel primo tempo è il più attivo, riportato a giocare nel tridente offensivo riesce a pungere la difesa del Pescara con qualche affondo. Nella ripresa cala come tutta la squadra

Paloschi 5,5: fa bene il raccordo tra i reparti ma anche stavolta non trova l’acuto nell’area di rigore, dove Illanes non gli molla un centimetro. Costretto anche ad uscire in barella per una ricaduta (dal 46’ Ardemagni 6: appena entrato ha subito sui piedi l’occasione per pareggiare, ma è forse troppo defilato. Nel finale firma il suo primo gol in bianconero con un bel diagonale da centro area)

Guberti 5,5: un primo tempo vivace, in cui dispensa qualche bel suggerimento per i compagni. Con il passare dei minuti la difesa del Pescara gli prende però le misure (dal 73’ Fabbro 6: bella la sponda aerea con cui spalanca la porta ad Ardemagni)

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol – Foto: ACN Siena