Le pagelle di Lastrigiana-Siena

Giusti 6: non corre particolari pericoli, è bravo a leggere il filtrante di Mazzanti per anticipare Palaj in uscita bassa con i pugni

Morosi 6: si vede scappare Del Pela alle spalle in occasione del vantaggio della Lastrigiana. Cerca di rimediare con qualche affondo dalla sua parte, non facendo mancare la sua dose di cross (dall’89’ Pagani sv)

Biancon 7 (il migliore): non si scompone mai, anche nelle situazioni di pericolo. Impressionante nella seconda parte di gara, quando più di una volta si sgancia da dietro per provare a rilanciare l’azione. Gran partita

Achy 6: leggermente più in difficoltà delle altre volte. In alcune circostanze se la cava sbarrando la strada a Palaj, in altre va un po’ in affanno complice un campo in cui si fatica anche a stare in piedi

Bertelli 6: per un terzino come lui risulta veramente difficile portare palla anche solo per qualche metro. Si fa vedere qualche volta in avanti ma resta più che altro attento a non perdere la posizione (dal 73’ Agostinone 6,5: la sua freschezza si nota, perché una volta entrato mette in subbuglio la retroguardia della Lastrigiana con tanti fendenti pericolosi che fa spiovere dalla sinistra)

Bianchi 6,5: si cala perfettamente nella partita facendo a sportellate con tutti, rischiando anche qualche colpo proibito. Malgrado le fatiche dovute al campo pesante, riesce a dare il suo apporto in entrambe le fasi

Lollo 6,5: torna alla rete dopo oltre cinque anni con una torsione perfetta, per tempismo e precisione, rimediando alla palla persa in occasione dello svantaggio. In mezzo al campo si barcamena come meglio può, cercando di dare ordine per quanto possibile

Cristiani 6: uno dei più penalizzati a causa del terreno di gioco. Contrasta senza mai togliere la gamba e in fase offensiva segue sempre lo sviluppo dell’azione, la zampata non arriva per poco (dal 73’ Hagbe 6: con la sua forza propulsiva dà energie e vigore alla mediana, utili nei minuti conclusivi di gara)

Candido 7: si potrebbe pensare che uno con le sue caratteristiche rischi di eclissarsi in un campo in simili condizioni, in realtà è sempre nel vivo nel gioco e quando tocca palla accende la luce. Pennella l’angolo sulla testa di Lollo, pregevoli anche alcuni veli per i compagni (dal 78’ Granado 6: si butta in avanti cercando di ripulire qualche pallone vagante, ma non ha grandi opportunità per incidere)

Boccardi 6,5: svaria molto sul fronte offensivo e in un paio di circostanze va alla conclusione, trovando sempre un muro di fronte a sé. Decisamente utile però il suo apporto

Galligani 6: con un pallone che non scorre regolarmente, non riesce praticamente mai a sprigionare la sua falcata. Forse preservato per non rischiare infortuni (dal 58’ Ricciardo 6: si fa trovare ben posizionato su un paio di traversoni ma non riesce a indirizzare il colpo di testa verso lo specchio. Non facile divincolarsi tra i rocciosi centrali di casa)

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol – Foto: Siena FC