Le pagelle di Imolese-Siena

Lanni 7: due parate sole, ma entrambe decisive. La prima in mischia, dove in mezzo ad una selva di gambe riesce a venirne fuori, la seconda provvidenziale quando sbarra la strada a Benedetti lanciato a rete

Mora 6,5: spinta costante in avanti e giusta attenzione quando c’è da dare una mano in ripiegamento. Convince sempre di più

Milesi 6,5: bella la doppia chiusura sul cross dalla destra di Luca Lombardi, ma al di là dell’episodio singolo mantiene alta la concentrazione per tutti i novanta minuti, risultando sempre sul pezzo

Terzi 7 (il migliore): di testa le prende tutte, ma fa impressione la puntualità negli anticipi e soprattutto il tempismo che lo porta a calamitare su di sé ogni spiovente che arriva dai calci piazzati

Favalli 6,5: forse meno progressioni rispetto a Teramo e contro la Carrarese, ma non fa mancare il suo apporto. Un pallone interessante servito a Cardoselli, e un aiuto costante a tutto il reparto difensivo, merita una menzione la diagonale con cui interrompe una ripartenza di Benedetti nel concitato finale

Cardoselli 6: a costo di essere ripetitivi, solita grande presenza in fase offensiva. Nel primo tempo pecca un po’ nella finalizzazione, ha l’occasione per rifarsi nella ripresa ma Santopadre lo anticipa sul più bello

Acquadro 6,5: partita di sostanza, come sta abituando da inizio stagione. Monumentale quando stoppa Padovan involatosi a rete e in generale nelle letture dell’azione avversaria. Fa specie pensare che un giocatore del suo calibro abbia dovuto sgomitare nei dilettanti in questi ultimi anni (dal 64’ Bianchi 6: entra in campo con convinzione, va vicino anche al vantaggio con una conclusione da dentro l’area che Angeli devia sul più bello con il tacco)

Bani 5,5: forse il meno brillante della linea mediana, complice l’asfissiante pressione di Alessandro Lombardi in quella zona, prova qualche conclusione ma senza fortuna (dal 64’ Pezzella 5,5: gestisce forse con troppa sufficienza alcune situazioni di gioco, come quando sceglie di evitare il fallo tattico su Benedetti lanciato in contropiede, e anche nella circolazione della palla è meno fluido rispetto alle scorse uscite)

Varela 5,5: il tiro al volo da centro area avrebbe meritato maggior fortuna, ma in generale non è la sua miglior serata. Accompagna sempre l’azione e quando passa a fare il centravanti si produce in alcune belle sponde, senza però riuscire ad incidere come è nelle sue corde (dall’82’ Karlsson sv)

Paloschi 6: partita di grande sacrificio, cerca di crearsi le condizioni per andare a segno ma trova sulla sua strada un Rinaldi versione muro, e la squadra non lo riesce a servire con la giusta puntualità (dal 64’ Disanto 6,5: anche stavolta sfrutta la mezz’ora che gli viene concessa per mettere scompiglio nella retroguardia avversaria, dimostrandosi deciso nei contrasti e caparbio nell’attaccare l’area di rigore)

Guberti 5,5: stranamente impreciso, si affievolisce con il passare dei minuti (dall’82’ Montiel sv)

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol