Le pagelle di Grassina-Siena

Narduzzo 6,5: un paio di interventi nel primo tempo, un altro nel secondo quando si oppone al mancino di Marzierli. La parata più spettacolare è anche quella più inutile, perché Torrini aveva colpito col braccio, ma resta il grande gesto

De Angelis 6,5: nella prima frazione soffre un po’ la vivacità di Bellini, poi si riassesta e trova anche la sua prima rete in bianconero. In crescita soprattutto sul piano atletico

Guarino 7: si lascia alle spalle il brutto esordio con la Flaminia. Concentrato per tutti i 90 minuti, va in doppia cifra per rinvii di testa e sfiora pure il gol. Col rientro di Carminati sarà dura per Gilardino scegliere i due centrali

Farcas 7 (il migliore): nel primo tempo rischia in scivolata su Marzierli in piena area ma l’intervento è pulitissimo. Salva un gol già fatto nel finale murando il tiro di Marino, anche lui va vicino alla rete

Martina 6,5: prima Torrini, poi gli attacchi di Diarrasouba: non è una giornata rilassante per il terzino pugliese, ma quando c’è da spingere torna ad essere il Martina che tutti conosciamo

Agnello 6: tenta di scuotere la squadra, da capitano, nel momento di maggiore difficoltà. E infatti nel primo tempo è uno dei pochi a salvarsi. Ha la palla del 2-0 ma si fa neutralizzare da Mataloni

Schiavon 5: non giocava titolare dal 27 gennaio. L’episodio del cartellino giallo, controllo sbagliato e intervento da ammonizione, è un po’ il simbolo di una giornata no (dal 55’ D’Iglio 7: impressiona per autorevolezza, preziosissimo anche in fase di contenimento. E il passaggio in area per Guidone c’entra poco con questa categoria)

Bani 6: sbaglia diversi passaggi e verticalizzazioni, ma non manca mai di grinta e carattere (dall’85’ De Falco sv)

Padulano 5: un passo indietro rispetto alla prova contro il Badesse. Dalla sua parte c’è un 2003 come Del Lungo, ma lui non riesce quasi mai a creare superiorità numerica. Mignani gli serve la prima palla gol dell’incontro, la spedisce in curva (dal 55’ Guberti 6,5: il filtrante millimetrico a cercare Martina in profondità è da leccarsi i baffi. I primi veri pericoli del Siena arrivano grazie anche alle sue giocate, gli manca solo ritrovare il gol su azione)

Orlando 5,5: il fisico e la gamba ce li mette sempre, ma nel primo tempo lo si vede poco perché la squadra non gli dà il necessario supporto (dal 55’ Guidone 6,5: come quelli di Guberti e D’Iglio, anche il suo ingresso si rivela decisivo ai fini del risultato. Va vicino al gol in due occasioni: in una è bravo Mataloni, nell’altra non inquadra la porta)

Mignani 5,5: bravo in un paio di circostanze ad andare via al suo marcatore, e nella ripresa cresce come il resto della squadra. Ma il fallo che porta al giallo che gli costerà la gara di domenica è un’ingenuità che poteva risparmiarsi

(Giuseppe Ingrosso – Jacopo Fanetti)

Foto: Fabio Di Pietro
Fonte: Fol