Le pagelle di Follonica Gavorrano-Siena

Narduzzo 7: la gran parata su Lo Sicco vale quanto un gol

De Angelis 6,5: l’inizio è difficoltoso, appare ancora in ritardo di condizione. Poi cresce col tempo e indovina il lancio che manda in porta Orlando (dal 74’ Haruna sv)

Terigi 6,5: usa il piede per raggiungere in area Guidone e non disdegna il rinvio lungo quando serve. Seconda gara da titolare e seconda gara senza prendere gol

Farcas 7: esce spesso dalla “comfort zone” e si prende sempre il cliente peggiore (domenica Ubaldi, oggi Mencagli). Il voto è anche un premio alla sua bella stagione

Martina 6: un suo spunto nel primo tempo chiuso col tiro di De Falco, poi soffre tanto Grifoni quando inverte la fascia e passa dalla sua zona di campo

Agnello 6: un po’ meno appariscente del solito (dal 58’ Sare 6,5: fa tanta legna, non tirando mai indietro la gamba. Ma anche una giocata provvidenziale: la chiusura perfetta su Lombardi al limite dell’area)

De Falco 7: non tocca la palla, la accarezza. Manda in porta Guidone, amministra come se fosse in squadra da inizio stagione. Un paio di palle perse forse figlie di una condizione non ancora al 100%

Bani 6: rischia grosso quando si perde Grifoni nell’angolo battuto corto che porta al palo di Mencagli. A parte quello, interpreta bene la gara, soprattutto in fase difensiva (dall’83’ D’Iglio sv)

Gibilterra 6,5: all’andata fu il migliore, oggi soltanto la traversa gli nega la prima rete in bianconero. Gilardino lo richiama spesso: a ragion veduta, ha le qualità per fare molto di più (dal 58’ Guberti 6: non ripete gli standard delle due precedenti apparizioni, ma si fa vedere con un bel suggerimento per Bani. Nel finale aiuta a gestire palla)

Guidone 6,5: tanto lavoro sottotraccia, come al suo solito. Ombra gli nega il gol con una prodezza, poi Gilardino lo sostituisce nell’ottica di un risparmio di energie (dal 58’ Orlando 7,5 – il migliore: la sua prova è sintetizzata dalla palla recuperata al 92esimo a Staiano che permette al Siena di guadagnare una punizione e far rifiatare la squadra. Il primo gol con la maglia bianconera è il giusto premio alla sua generosità e, come ammesso ai microfoni, al difficile momento passato di recente)

Mignani 6: seconda partita senza saltare un minuto a distanza di soli tre giorni, ma anche oggi non si risparmia neanche un attimo. Encomiabile

(Giuseppe Ingrosso – Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol