Le pagelle di Foligno-Siena

Gragnoli 6,5: ogni partita che passa acquisisce sempre più sicurezza, nel finale mette anche la sua firma sul successo respingendo il colpo di testa di Cesario

Haruna 6: partita senza grandi squilli, ma è concentrato per tutti i novanti minuti

Farcas 6: tiene a bada gli avanti folignati e non va mai in difficoltà. Prova solida

Terigi 6: rischia in apertura quando Cesario gli va via resistendo alla sua carica, poi si riprende col passare dei minuti (dal 64’ Guarino 6: entra con la giusta mentalità e contribuisce a chiudere la cerniera nel finale)

Martina 6,5: torna a spingere come non lo so si vedeva da tanto tempo, stoico nel restare in campo zoppicante a cambi già esauriti

Agnello 6,5: onnipresente negli inserimenti, firma l’1-0 e va anche vicino alla doppietta (dal 64’ Gibilterra 6: Gilardino lo riprende quando sbaglia il cross che porta al contropiede del Foligno, ma il suo ingresso aggiunge vivacità all’attacco. Dimostra spirito di sacrificio chiudendo da terzino per la seconda gara consecutiva)

De Falco 6: bellissimo il lancio per Guberti dal quale nasce il gol del vantaggio. Gestisce la regia con ordine, senza mai strafare

Bani 6: torna in campo dopo uno stop e lo fa con il giusto piglio, e solo uno sfortunato palo gli nega la rete. Esce stremato (dal 75’ Orlando sv)

Mignani 6: un’ammonizione ingenua, ma tanto impegno per la squadra. Si esibisce in più occasioni in sponde ai compagni che portano a creare superiorità numerica, e va vicino alla rete con un colpo di tacco d’autore (dal 64’ Ilari 7 – il migliore: realizza il gol che tiene accese le speranze play-off del Siena trovandosi nel posto giusto al momento giusto. Prende fiducia col passare dei minuti e chiude in scioltezza presidiando la sua zona di competenza)

Guidone 6,5: sulla sua strada trova sempre le gambe dei centrali del Foligno, appena inquadra la porta c’è Marricchi a dirgli di no. Al ritorno da titolare anche il solito fondamentale lavoro sporco

Guberti 6,5: è dai suoi piedi che nascono le azioni più pericolose, vedasi il vantaggio di Agnello (dal 64’ Padulano 6,5: spostato di fascia guadagna in concretezza. Non a caso il 2-1 porta anche la sua firma)

(Giuseppe Ingrosso-Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol