Le pagelle di Cuneo-Robur a cura di Federico Castellani

PANE  5

Incerto e colpevole sul primo goal. Poteva e doveva fare di più. Nel  resto della gara  graziato almeno due volte dai modesti piemontesi che sembra quasi lo vogliano rispettare

RONDANINI 5

Grande passo indietro. Pasticcione e senza mai cercare un affondo e molle in difesa. Prestazione in linea con quelle dell’anno passato. Da rivedere

D’AMBROSIO 5,5

Non entra mai in partita e fatica spesso a recuperare lasciando ampi spazi in mezzo all’area

SBRAGA 5,5

Non ha colpe forse sui goal ma la sua prestazione è condita da lunghi lanci in avanti a cercare chi non si sa. In difesa poi ogni tanto sembra anche distrarsi.

MARHUS 5

Dalla sua parte ci infilano che è un piacere. Non contrasta e non si propone spesso sbagliando anche facili rinvii. Forse la gioventù gli ha giocato un brutto scherzo ma certo è che la prestazione è nettamente insufficiente. Acerbo.

GERLI 5,5

Trotterella in mezzo al campo e non partecipa mai fino in fondo all’azione. Sbaglia anche facili appoggi e talvolta si fa infilare davanti alla difesa.

BULEVARDI 5,5

Nella prima frazione è il solo a salvarsi dal naufragio del centrocampo lottando pur senza fare la differenza. Suo il primo vero tiro in porta al 25° dalla distanza.  Nella ripresa scompare quasi del tutto naufragando con la squadra.

MAROTTA 5

Evanescente. Mai servito ma anche quando va a cercare gloria partecipando alla manovra incespica e sembra l’ombra del campione che è. Fra le più brutte prestazione fornite in due anni.

GUBERTI 5

Penalizzato forse dal campo, ma né più né meno di altri, non entra mai nel vivo. Cerca qualche soluzione in solitario ma la prestazione è nettamente insufficiente per uno del suo spessore.

CRISTIANI SV

Entra in un momento devastante per la robur. Si vede pochissimo ma su un preciso lancio di Cruciani troverebbe, all’88°, l’inserimento giusto. Ma l’arbitro, ingiustamente, non è daccordo

NEGLIA 5

Impalpabile. Gira a vuoto e non duetta mai come sa e vorrebbe forse fare. Prestazione in linea con il reparto

DAMIAN 5

Il campo è pesante e per la sua stazza forse potrebbe essere un vantaggio. E invece trotterella in mezzo, sempre incerto, non affonda, non costruisce mai e duetta solo con Gerli in maniera anche stucchevole 

CAMPAGNACCI 5,5

Il solo che cerca di fare qualcosina in avanti. Poco ma la giornata è di quelle nere. Un paio di bei traversoni e qualche appoggio in profondità. Troppo poco

EMMAUSO 4

Entra. Corre spesso incaponendosi come al solito. Sbaglia quasi tutti gli appoggi e per finire, dulcis in fundo, rifila un bel calcione intenzionale a un avversario facendosi espellere direttamente. Non è stato un bel vedere.

CRUCIANI SV

Gettato a poco più di 15° minuti in una complessiva prestazione corale del Siena terrificante cerca di farsi vedere. Ma troppo tardi sinceramente  per dare un senso al suo ingresso. Riesce nel grigiore (finalmente) a  dare un pallone in verticale ( -l’unico di tutta la gara-) con i giri giusti per l’accorrente Cristiani che insacca ma gli viene ingiustamente annullato. Ma la sua prestazione, per i pochi minuti che ha giocato, è tutta qua.

IAPICHINO SV

Risparmiato per la prima volta in questo campionato entra nel marasma generale e non può fare sinceramente niente. Assolutamente niente pertanto è ingiudicabile.

Cosa va

Purtroppo niente. Voltiamo pagina e lecchiamoci le ferite dolorose chiedendoci perché. Non basta addossarsi le responsabilità della débâcle come ha fatto elegantemente il Mister. In campo ci vanno altri uomini. I giocatori. Non gli allenatori. E non basta l’assenza di due uomini (Vassallo e Iapichino) a giustificare la prestazione insufficiente e veramente modesta. In tutti i reparti.

Cosa non va

Approccio inesistente. Conduzione complessiva e reazione alla gara già in salita al 7’ minuto, impalpabile. Due tiri contro una squadra che fino ad ora, in un girone intero, aveva fatto due goal in casa ( Prato e Gavorrano) venendo da una serie di risultati negativi impressionanti e in un campo dove tutti avevano tranquillamente fatto risultato. Noi ne abbiamo presi due e ci è andata anche bene. E’ chiaro che una partita terrificante non può e non deve inficiare un eccellente percorso fin qua intrapreso ma, stasera, si è visto veramente un bruttissimo Siena. Voltiamo pagina e sotto con la Lucchese. Un  altro avversario di diversa caratura sinceramente.

Fonte:FOL