Le pagelle del Fedelissimo Online

Curci 7: Tiene viva la speranza del Siena parando un rigore, che equivale ad una rete segnata e compiendo altri interventi decisivi.

Rosi 6: Non ha disputato una partita come ci aveva abituato in queste ultime settimane, ma la sufficienza la merita ugualmente. Peccato per l’ammonizione che gli farà saltare il match di Udine.

Reginaldo 6: va a sostituire Rosi e da una maggiore vivacità alla manovra.

Malagò 5,5: Molte disattenzioni e imprecisioni caratterizzano la sua prova. Non interviene deciso sulla rete del primo vantaggio etneo.

Cribari 5,5: Giocatore capace di alternare buone chiusure ad amnesie clamorose. Tecnicamente è bravo ma, proprio per questo, il suo apporto dovrebbe essere maggiore.

Del Grosso 5,5: La sua spinta è utile alla squadra, ma in fase difensiva commette spesso qualche errore di troppo.

Vergassola 7: Insieme a Maccarone è l’unico che ha mezzi, testa e volontà per salvare la barca. Colpisce un palo, gli viene negato un sacrosanto rigore, segna la rete del pareggio.

Ekdal 6: Non disputa una grande partita ma non commette nemmeno grossi errori. Un po’ in ombra rispetto alle prestazioni di qualche settimana addietro.

Tziolis 6: Dopo aver tirato la carretta per molte partite incappa in una domenica non brillantissima disputando un primo tempo in ombra riscattandosi nella seconda parte dell’incontro.

Ghezzal 6: Impegno e sacrificio non gli fanno difetto ma, a volte, va in confusione nel momento di concludere o di dettare l’ultimo passaggio. Buono, comunque, il suo contributo.

Larrondo 5,5: questa volta il puntero non ci è piaciuto. Con il suo movimento cerca di non fornire punti di riferimento in attacco ma compiaccia poco.

Calaiò 5: entra nel secondo tempo e in pratica non entra mai in partita, sempre lontano dall’azione e senza spunti degni di nota.

Maccarone 6,5: dopo un primo tempo un po’ in ombra, nella ripresa imprime un passo diverso e fa impazzire il diretto controllore. Segna la rete del primo pareggio riuscendo a sfruttare al meglio una delle poche palle giocabili capitate su i suoi piedi.

 

Malesani 6: Niente da dire sulla gestione della gara, ma un plauso lo merita per essere riuscito a motivare una squadra che presenta grosse lacune tecniche e caratteriali.

 

Arbitro Gava 5: siamo sicuri che il fallo su Vergassola non fosse da punire con il rigore?

 

Fonte: Fedelissimo Online