Le pagelle del Fedelissimo Online

Curci 7: Chiude la porta bianconera in più di un’occasione. Riesce a trasmettere la giusta tranquillità a tutta la difesa. All’ultimo minuto salva su Bentivoglio. Ora ci aspettiamo continuità.

Rosi 6: Lotta con la solita grinta spingendo continuamente sulla fascia destra. Qualche sbavatura in fase difensiva ma quando parte mette quasi sempre in difficoltà l’avversario.

Pratali 6: Non ha ancora raggiunto la giusta condizione, ma non concede quasi nulla al suo avversario. Poche sbavature e buona intesa con Cribari.

Cribari 6,5: Non concede niente a Pellissier, il terminale più pericoloso del Chievo. Gioca con sicurezza e determinazione e non rischia mai niente.

Del Grosso 6: Non abbandona mai la sua zona presidiandola con ordine risultando, alla fine, poco incisivo in fase offensiva , ma l’importanza della partita non permetteva altro.

Reginaldo 7: Non ha ancora ritrovato lo scatto per cui si è fatto conoscere, ma nell’uno contro uno è sempre molto efficace. Segna il goal della vittoria con un tiro preciso e potente che non lascia scampo a Sorrentino.

Ekdal 7: Un’altra invenzione di Malesani. Lo schiera al posto di Codrea e lo svedesino lo ripaga con una superba prestazione, tutta sostanza e senza fronzoli.

Vergassola 6.5: E’ sempre al posto giusto, nel momento giusto. Si erge a diga al centro del campo pur non rinunciando a rilanciare l’azione.

Tziolis 6: Il giovane greco disputa una partita molto ordinata senza commettere errori. Un suo taglio in area avversaria costringe Yepes ad un goffo intervento da cui poteva nascere il vantaggio per la Robur.

Gezzal 6: Se non si fosse mangiato una rete incredibile avrebbe meritato qualche cosa in più della sufficienza. Sbuffa, corre, va a cercarsi il pallone, tiene palla nei momenti di maggiore pressione clivense. Ma quella rete…..

Calaiò 5,5 : Tarda ad entrare in partita, forse anche perché viene lasciato troppo solo dai suoi compagni. Nel secondo tempo, con la squadra che attacca, si riprende, ma sbaglia una rete che grida ancora vendetta.

Larrondo 6,5: Entra nel finale e inizia un suo personale duello con Yepes che vince appoggiando a Reginaldo la palla che il brasiliano trasformerà nel goal partita.

Malagò e Jarolim: entrano nei minuti finali per apportare la loro freschezza fisica.

Malesani 7: Alla fine i suoi sforzi vengono ripagati. Geniale l’intuizione di schierare Ekdal davanti alla difesa, commovente l’abbraccio e l’affetto che tutti i giocatori gli rivolgono alla rete e al fischio finale dell’arbitro.

Arbitro Tozzi 6: ma non ci ha convinto del tutto. Chiude un occhio su un intervento di Marcolin su Ekdal che meritava qualcosa di più di una semplice ammonizione e lo salva poco dopo dal secondo sacrosanto cartellino giallo, cioè dall’espulsione. Giudica non volontario un fallo di mano in area commesso da Pratali.  

Fonte: Fedelissimo Online