Le pagelle del Fedelissimo online

Pegolo: Sarebbe stata una giornata da disoccupato se non fosse stato chiamato in causa da rimpalli e pericolosi tentativi di auto goal. Quasi da urlare ai compagni: tu quoque bruto fili mi. Attento e concentrato 7

Angelo: Solite scorribande a destra. Qualche cross non sfruttato a dovere ma si guadagna la pagnotta 6,5

Contini: Un po’ approssimativo talvolta spazza con decisione quando può senza tanti fronzoli. 6,5

Neto: Buona prova anche se un paio di volte si fa superare . Tenta, meno male senza successo, due clamorosi autogoal. 6

Felipe: Il migliore della retroguardia. Preciso, attento ed elegante nei disimpegni. Annulla ogni velleità clivense. 7

Vergassola: Ordinato e preciso sbaglia raramente l’appoggio. Da tranquillità al reparto anche se si smarrisce in fase di rilancio ma come al solito ineccepibile per tutto il resto 6,5

Bolzoni: Tanta tantissima corsa. Tampona e cerca di far ripartire la squadra quando  può. Ogni tanto commette qualche ingenuità dovuta soprattutto allo stress al quale viene chiamato.6,5

Valiani: Anch’esso tantissima corsa. Fa la spola senza soluzione di continuità fra l’attacco,il centrocampo e talvolta anche difesa. Preziosissimo nell’economia della squadra sbaglia qualche appoggio di troppo in fase conclusiva ma del resto elemento insostituibile . 6,5

Rosina: In crescendo rispetto ad altre prestazioni ma non è ancora il Rosina che vorremmo. Troppo insistente nel cercare l’uno contro uno che quasi sempre perde e gioca troppo distante dal compagno di reparto Calaiò. Tuttavia richiede sempre il raddoppio degli avversari che lo marcano stretto. 6

Rubin: Ottima prova del laterale sinistro. Non fa rimpiangere il miglior Del Grosso. Fisicone, impressiona nella progressione e per la qualità di alcuni cross. Attento anche in ripiegamento. Ottima prova. Il migliore.7,5

Calaiò: Al di là di qualsiasi considerazione personale l’attaccante senese è veramente troppo, troppo, troppo solo lassù davanti. Rosina e Valiani sono più interessati a dar man forte ai centrocampisti che a girargli attorno e risulta così facile obiettivo delle difese avversarie. Sui palloni aerei, un po’ per imprecisione un po’ per sfortuna, non trova il goal ma sono tutti suoi. Cala alla distanza e forse si poteva sostituire. 6

Reginaldo e Sestu: Entrano sul finale ma non incidono significativamente sulla storia di questo pareggio. SV.

Positivo
L’intelligenza tattica e la prestazione nel suo complesso tesa a mantenere ferree distanze fra i reparti soprattutto in fase di contenimento senza mai offrire il fianco all’avversario. Perdere sarebbe stato una beffa e un danno troppo importante in questo momento per rischiare una partita diversa.

Negativo
Con i reparti così abbottonati fra loro bisognerebbe sfruttare ogni occasione per far male. Ma non siamo abbastanza cinici per fare le classiche  due azioni e chiudere il match. Qualche uomo, per quanto aveva speso, forse poteva essere sostituito prima. 

(Federico Castellani)

Fonte: Fedelissimo online