Le pagelle del Fedelissimo online a cura di Federico Castellani

Fontanelli 6
Stasera sembrava una partita di tutta tranquillità e invece si è rischiato lo psicodramma : su un maldestro appoggio di Cason si fa anticipare da D'Urso che cerca di saltarlo e deve stenderlo: rigore e espulsione. In verità appena 60 secondi prima i due interpreti avevano fatto le prove generali su un identica azione. Meno male che s’è San Tommaso.

Mileto 7
Un corazziere. Troppo ruvido alle volte ma ci mette cuore e fisico fino in fondo

Cason 6
Sembrava tranquillo e concentrato. Poi due incertezze. In sequenza. Identiche. La prima forse con la complicità del portiere ma la seconda no. Macchia la sua buona prestazione con queste gravi incertezze ma poi San Tommaso provvede e felice corre sotto il settore a partita conclusa.

Portanova 8
Un gigante. Soprattutto dopo la scampata paura. Ringhia e, senza mai cadere in falli, gestisce da par suo l’intera compagine bianconera. Anche lui uno di noi.

Varutti 6,5
Fino alla sua forzata sostituzione si vede poco facendo una buona retroguardia.

Riva 8
La migliore prestazione da quando è a Siena. Preciso e determinato mette ordine fin che può e propizia il rigore

Zane 7
Grande partita come da un po’ di tempo in qua. Meritava il goal se non fosse per quel satanasso di portiere che oggi, al contrario di altre volte, appare insuperabile.

Minincleri 7
Non sono le sue partite. Per tutto il primo tempo latita un po’. Ma poi, quando deve battere il rigore dell’anno non si tira e indietro e soprattutto non lo sbaglia.

Titone 8
L’anima del Siena. Scatenato. Corre e pressa su tutto e tutti. Se Minicleri gli passa la palla all’ultimo suggellava la sua prova con l’ennesimo goal. Grande Mario.

Crocetti 6,5
Sotto porta latita un po’ ma si prodiga a fare sponde e a ricucire il gioco. Esce un po’ nervoso ma del resto era l’unica soluzione praticabile per la panchina

Redi 6
Si batte tanto e non si risparmia. Ma fa molta confusione e quasi mai riesce a saltare l’avversario. La voglia e le idee ci sono. Forse le gambe non ancora

Russo 6
Entra voglioso e con l’idea di spaccare il mondo. Purtroppo gli avversari lo temono e gli fanno uno, due , tre raddoppi. Alle volte si incaponisce e soprattutto becca un ammonizione pesantissima ma non gliene possiamo fare una colpa.

BIAGIOTTI 10 Il migliore
Come non dare il massimo dei voti ad un ragazzino, classe ‘98, senese purosangue, che entra nel momento più drammatico della squadra del cuore di un intero campionato. Deve parare un rigore. Una responsabilità enorme. E’ ancora freddo non c’è stato il tempo di riscaldarsi. Percorre a capo basso il tratto dalla panchina alla porta. Lo stadio ammutolisce e, in silenzio, ognuno prega la sua divinità. L’avversario è pronto , Tommy è accucciato sulle gambe. Fermo. Impassibile. Concentratissimo. Un balzo sulla sua destra e devia la palla! Rigore parato. Esplode il settore. Ci si abbraccia commossi. Il campionato è salvo. Ora andiamo a vincere anche la partita. E così sarà.

Rascaroli 6,5
Entra per dare forza alla fasce in un momento drammatico. Corre come al suo solito e si batte bene. L’ho visto in lacrime abbracciare i compagni dopo il goal di Minincleri.

Cosa va
Un ragazzo di 16 anni salva il campionato del Siena. Marchia in maniera indelebile una giornata con una di quelle imprese che passeranno alla storia. Che si tratti di serie A, B, C o D non importa. Tommaso è uno di noi. E’ uno che non tifa per l’Inter, Milan o la Juve. Tifa per il Siena che ha conosciuto in serie A e pertanto è la sua squadra. Grazie Tommaso.

Cosa non va
Stasera poteva essere il dramma e non lo è stato. Chi se ne frega di quello che non va. Va tutto bene.

Federico Castellani

Fonte: Fedelissimo online