Le pagelle del Fedelissimo online a cura di Federico Castellani

Fontanelli 6
Praticamente mai impegnato. Un solo neo: una uscita avventata per la quale si prende una sgridata dai compagni di reparto.

Cason 6,5
Sullo standard di precedenti prestazioni offre giusta copertura senza affanni.

Portanova 7
Oramai Daniele sembra aver preso il “passo” della categoria. Gioca in scioltezza e il modulo a quattro gli calza a pennello.

Varutti 7
Ligio al dovere si piazza nella sua fascia senza prestare troppo il fianco. Quando lo fa è devastante e propizia il secondo goal .

Mileto 6
Un po’ arruffone in alcuni momenti ma interpreta il ruolo con forza fisica e diligenza

Riva 6
Gioca molto spesso in orizzontale e si batte a cercare di far da diga. Alle volte un po’ troppo compassato e sottoritmo ma comunque sufficiente

Zane 7,5
Fra le migliori prestazioni. Contrasta efficacemente e fa anche buoni rilanci. Sembra in recupero atletico

Minincleri 7,5
Mi piace in questa veste di centrocampista avanzato. Dai suoi piedi mai banalità. Sotto porta inoltre appare più lucido e concreto di altre volte. Il migliore

Titone 6
Partita sottotono. Come al solito non lesina l’impegno ma la gamba e la scioltezza non sono quelle dei giorni migliori. Giustamente sostituito per rifiatare in attesa dello sprint finale.

Crocetti 7
Offre sponda e manda in rete Russo che lo contraccambierà poco dopo. Il primo goal della partita un classico del suo repertorio.

Redi 6
Ancora un po’ sottotono. Si batte molto ma al momento appare lontano dalla migliore condizione generale

Russo 7,5
Caro Nicola quanto ci sei mancato! Entra e spedisce subito la palla in rete. Su un affondo raddoppia . Da un assist al compagno di reparto per fare festa e poi si permette il lusso di “fregare” un pallone al portiere un po’ sventato per fare il suo terzo centro personale. Che vuoi di più?

Diomandè 7
La vera svolta della partita. Entra a rimpolpare il centrocampo e praticamente non ne fa passare una. Anzi permette alla Robur di giocare di ripartenza in campo aperto contro uno Spoleto “sgonfio” che propizia la goleada

Collacchioni 6,5
Entra a presidiare ulteriormente e mette la sua esperienza al servizio della squadra.

Cosa va
Ovviamente tutto. Partita accorta, squadra equilibrata e finalmente cinica e spietata.

Cosa non va
La vittoria della seconda che rimane comunque a quattro lunghezze.

Federico Castellani

Fonte: Fedelissimo online