Le pagelle del Fedelissimo online a cura di Federico Castellani

VIOLA SV
Praticamente inoperoso per tutta la gara niente può sul goal.
CASON 5
Brutta prestazione condita da frequenti errori in fase di appoggio e fra i responsabili del goal della Massese.
GIOVANNELLLI 5
Come tutto il reparto prestazione insufficiente.
NOCENTINI 6
Molto ruvido e comunque anche lui come tutto il reparto nettamente insufficiente.
VARUTTI 6
Anche Varutti cerca di dare la spinta ma alterna cose buone a banali errori in fase di appoggio.
ZANE 6
Lento e quasi mai determinante in fase di suggerimento. A sua discolpa un centrocampo quasi interamente sulle sue spalle di Diomandè per un tempo intero.
DIOMANDE' 6
Contrasta e corre. Sembra un po' in ripresa rispetto alle ultime prestazioni ma anche lui stenta a sorreggere tutto il centrocampo.
RASCAROLI 6
Cerca di darsi da fare sulla fascia. Fra cose buone e altre meno si salva a stento dalla modesta prestazione generale.
RUSSO 5.5
Abbastanza spaesato non offre mai i suoi spunti che tanto ci hanno aiutato ad oggi.
BIGONI 5
Comincia a diventare un oggetto misterioso. Arrivato a furor di piazza, ad oggi solo a tratti ha dato esibizione delle aspettative.
TITONE 6.5
Corre e svaria da par suo nel primo tempo. Qualche errore di egoismo però fin quando ha degli spazi risulta positivo. Poi nella ripresa praticamente scompare nel caos del reparto offensivo.
MININCLERI 6.5
Lasciato per la prima volta in panchina quando entra personalmente offre una buona prestazione con i suoi con i suoi tiri che però purtroppo, quello buono, si stampa sulla traversa.
SANTONI 5.5
Entra un po' a sorpresa a rimpolpare un reparto peraltro già nutrito ma si vede pochissimo.
SCALZONE
Pochi minuti a rimpolpare l'attacco ma solo qualche sponda. SV

COSA VA
Stasera poco. Partita da dimenticare. Solo il cuore e l'impegno ma stavolta non è bastato

COSA NON VA
Molte cose. A partire dalla fase difensiva che per la ottava volta (!!) con errori individuali e di reparto regala il vantaggio agli avversari. Era purtroppo statisticamente da attendere un capitombolo. Non ho visto quasi mai la Massese in affanno vero. Le traverse sono nate da due prodezze dei singoli ma mai derivate da un'azione corale. Poca corsa e dinamismo. Tanta confusione con un attacco ingolfato e un centrocampo sempre in inferiorità numerica.

Federico Castellani

Fedelissimo online