Le dichiarazioni di Antonio Ponte dopo l’incontro con Valentini

Si è presentato nell'ufficio del sindaco con una nuova società costituita, la Robur Siena. Dopo la decisione di Siena 2019 di farsi da parte Antonio Ponte potrebbe davvero essere il proprietario del Siena del futuro. “Speravo di sapere già oggi cosa aveva deciso il sindaco ma dovrò pazientare ancora qualche giorno – ha spiegato l'imprenditore svizzero -. Sono contento che sia stata comunque intrapresa la strada giusta, quella che già prima doveva essere battuta. E' giusto fare le cose perbene. E proprio per questo mi sono presentato con il mio avvocato, ch ho fatto arrivare da Londra, affinché ci sia chiarezza anche sotto l'aspetto legale. Ho costituito una nuova società per evitare fraintendimenti”. “E chiarisco anche un altro aspetto – ha poi aggiunto -: non ho mai detto 'o tutto o niente'. Se ho parlato di un amministratore unico all'inizio è perché facilita le operazioni e, visto che il 4 agosto è vicino, c'è la necessità di muoverci rapidamente. Ripeto che sono comunque disponibile a parlare anche con altri soggetti, purché ci sia con loro armonia. Ma ora non c'è tempo per discutere ancora”. Domanda indiscreta: Ponte ha dato a Bruno Valentini la certezza di una copertura finanziaria? Questa la risposta. “Molto nella scelta del sindaco dipenderà a quella, che fa parte della documentazione da presentare – ha chiuso -. Ciò che conta è quanto uno spende non quanto porta. A chiacchiere tutti possono dire quello che vogliono. Serve liquidità immediata da mettere sul tavolo. E avrà vantaggi chi ce la metterà”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line