Le decisioni del giudice sportivo

Mano pesante per il Giudice Sportivo avv. Emilio Battaglia, che ha assunto le decisioni qui di seguito riportate.

CALCIATORI

Il Giudice sportivo ha preso le seguenti decisioni:

Squalifica per sette giornate a Paci (Brescia), per comportamento scorretto nei confronti di un avversario (Sesta sanzione); per avere, al 48° del secondo tempo, colpito volontariamente un avversario con una gomitata alla nuca; per avere inoltre, all'atto dell'espulsione, assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti dell'Arbitro appoggiando la fronte alla sua e rivolgendogli espressioni ingiuriose.

Squalifica per quattro giornate a Di Cesare (Brescia), per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Ottava sanzione). Per avere inoltre, al termine della gara, sul terreno di giuoco, assunto un atteggiamento provocatorio nei confronti dei calciatori della squadra avversaria; per avere infine, al rientro negli spogliatoi, spinto con violenza un calciatore della squadra avversaria; infrazioni rilevate da un Assistente e dal collaboratore della Procura federale.

Una giornata a Lollo (Carpi), Krajnc (Cesena), Colombo (Cittadella), Hisaj, Moro (Empoli), Moretti, Vantaggiato (Padova), Lauro (Ternana), Basso (Trapani), Blasi, Pavoletti, Trevisan (Varese).

SOCIETÀ

Ammenda di € 4.000,00 : alla Soc. BARI
per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato alcuni petardi nel recinto di giuoco; entità della sanzione attenuata per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 4.000,00 : alla Soc. CROTONE
per avere suoi sostenitori, al termine della gara, lanciato sul terreno di giuoco tre bottigliette; entità della sanzione attenuata per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 2.000,00 : alla Soc. CARPI
per avere suoi sostenitori, nel corso del secondo tempo, intonato cori ingiuriosi nei confronti degli Ufficiali di gara.

Ammenda di € 1.000,00 : alla Soc. PADOVA
a titolo di responsabilità oggettiva, per aver ingiustificatamente ritardato l'inizio della gara di circa tre minuti.

Ammenda di € 1.000,00 : alla Soc. SIENA
a titolo di responsabilità oggettiva, per aver ingiustificatamente ritardato l'inizio della gara di circa due minuti.

Ammenda di € 1.000,00 : alla Soc. TERNANA
a titolo di responsabilità oggettiva, per aver ingiustificatamente ritardato l'inizio del secondo tempo di circa un minuto.

ALLENATORI

Squalifica per una giornata effettiva di gara per:

Costi Gian Domenico (Carpi): per avere, al 43° del secondo tempo, dopo essere stato richiamato, assunto un atteggiamento provocatorio e insultante nei confronti dei componenti della panchina avversaria; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

Longo Raffaele (Brescia): per avere, al 31° del secondo tempo, contestato più volte l'operato arbitrale e avere rivolto agli Ufficiali di gara espressioni ingiuriose.

DIRIGENTI

Ammonizione con diffida per

Scala Matteo (Carpi): per avere, al termine della gara, contestato platealmente l'operato degli Ufficiali di gara. (È stato inoltre inibito a svolgere ogni attività in seno alla Figc a ricoprire cariche federali ed a rappresentare la società nell'ambito federale a tutto il 12 marzo 2014)

Improta Giovanni (Juve Stabia): per avere, al termine del primo tempo, assunto un atteggiamento provocatorio nei confronti dei sostenitori della squadra avversaria rivolgendo loro epiteti insultanti; infrazione rilevata da un Assistente. (È stato inoltre inibito a svolgere ogni attività in seno alla Figc a ricoprire cariche federali ed a rappresentare la società nell'ambito federale a tutto il 4 marzo 2014)

Giuntoli Cristiano (Carpi): per avere, al 43° del secondo tempo, dopo essere stato richiamato, assunto un atteggiamento provocatorio e insultante nei confronti dei componenti della panchina avversaria; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

Fonte: Fedelissimo Online