Le decisioni del Giudice Sportivo

Quattro giornate di squalifica al portiere Federico Marchetti, tre turni di stop a Dias. La Lazio esce devastata dal ko di Udine: il giudice sportivo ha deciso di punire così i due giocatori più "accesi" nel finale della partita del Friuli. Marchetti è stato punito "per avere, al termine della gara, sul terreno di giuoco, posto da tergo le mani sulla spalla dell'arbitro, spingendolo con veemenza". Dias è stato sanzionato "per avere, al termine della gara, nel recinto di giuoco, assunto un atteggiamento aggressivo e gravemente intimidatorio nei confronti del quarto ufficiale venendo trattenuto con la forza dai presenti".
Sono sei i giocatori squalificati per un turno: Barrientos (Catania), Dzemaili (Napoli), Esposito (Lecce), Benatia (Udinese), Gobbi (Parma) e Santana (Cesena). Il giudice ha inflitto un'ammenda di 2 mila euro ad Antonio Di Natale per aver simulato un intervento falloso in area di rigore avversaria (Udinese-Lazio). Un turno di stop anche a Serse Cosmi.

Per le società ammende per:
€ 30.000,00 con diffida alla ROMA
per avere suoi sostenitori, al termine  della gara, dalla "Curva Sud", lanciato nel recinto di giuoco un accendino, che colpiva al volto il Vice Procuratore federale, senza conseguenze lesive; per avere inoltre, nel corso ed al termine  della gara, lanciato nel recinto e sul terreno di giuoco bengala, petardi e oggetti di varia natura (accendini, monete e cosi via).
€ 20.000,00 alla LAZIO 
per aver omesso di impedire, al termine della gara, l'ingresso non autorizzato nel recinto di giuoco di un proprio dirigente e di un collaboratore, che spingeva un dirigente della squadra avversaria, facendolo cadere al suolo.
€ 8.000,00 al BOLOGNA 
per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, esposto uno striscione dal tenore ingiurioso nei confronti del Presidente della squadra avversaria; per avere inoltre, al 17° del secondo tempo, fatto esplodere un petardo nel recinto di giuoco

Fonte: Fedelissimo online