Lazio sul giovane Rosseti? Ne parla il d.s. del Siena

Se a 19 anni club come Juventus, Fiorentina e Sampdoria sono sulle sue tracce, vuol dire che gli dèi del calcio sono stati quantomeno magnanimi con lui. Il giocatore in questione baciato dal talento èValerio Rosseti, attaccante del Siena classe 1994 che nella stagione in corso ha collezionato 19 presenze tra Serie B e Coppa Italia, siglando cinque reti. L'aretino può vantare anche tre gettoni e un gol con la Nazionale Under 20 di Alberigo Evani. Un giovane di sicura prospettiva, che farebbe proprio al caso del club capitolino e della sua linea verde; è di ieri, infatti, l'indiscrezione che vorrebbe la società biancoceleste sulle tracce del centravanti senese. Per saperne di più la redazione de Lalaziosiamonoi.it ha contattato il ds del Siena, Stefano Antonelli, che ha smentito categoricamente qualsiasi contatto:

“Valerio in questo momento è nell'occhio del ciclone in senso positivo, perché sta facendo cose straordinarie, ma con la Lazio non c'è mai stato nulla. Fermo restando che è normale ci possa essere un interesse, ma fino ad ora non c'è stato nessun contatto. Che giocatore è? È una prima punta che ha qualità importanti anche in fase di non possesso. Ha una buona struttura, tecnicamente è un giocatore valido, ma facciamolo crescere con serenità, senza troppa pressione”. Poi sull'ipotetico prezzo del giocatore: “Il valore lo dà il mercato, non lo posso fare io".

CRESCENZI – Da una giovane promessa a un'altra. Il ds dei toscani elogia Luca Crescenzi, difensore centrale (in comproprietà tra Lazio e Siena) classe 1992, che in questa prima parte di stagione ha vestito la casacca della Robur prima di passare al Pisa nella sessione invernale di mercato: “La sua esperienza a Siena è stata ottima. Luca è cresciuto molto, è andato a Pisa solo per giocare con continuità. Con noi nei primi mesi ha giocato sia in campionato che in Coppa Italia, anche da titolare, e non ha mai sfigurato, ma abbiamo una rosa molto ampia, qui avrebbe trovato poco spazio. Lo considero un giocatore già pronto per la Serie B”. Vista la positiva esperienza dell'ex Primavera capitolina, non sarebbe di certo una sorpresa se in futuro Lazio e Siena intavolassero altre trattative. Ma Antonelli non si sbilancia: “Il futuro lasciamolo al futuro, pensiamo al presente. Quel che è certo è che la Lazio ha tantissimi giovani interessanti. Un nome? Ce ne sono talmente tanti, non faccio un nome per non creare problematiche di alcun tipo”.

CONTESTAZIONE – Un ambiente, quello che circonda la Lazio, che Antonelli segue costantemente. La chiusura è dedicata alla contestazione del tifo biancoceleste al presidente Claudio Lotito: “Un'idea me la sono fatta su questa situazione, ed è anche abbastanza chiara, perché seguo sempre con attenzione le vicende della Lazio come quelle della altre squadra di A. Ho la mia idea, ma la tengo per me. Dico soltanto che il lavoro svolto in questa anni è importante, anche i risultati sul campo sono arrivati, sicuramente c'è da rivedere qualcosa, come i rapporti. Ma il mio pensiero preferisco non esporlo”.

Fonte: Lalaziosiamonoi.it